06:36 22 Novembre 2017
Roma+ 7°C
Mosca0°C
    La bandiera tedesca

    Germania: sanzionare giornalisti è attaccare libertà di stampa

    © flickr.com/ Trine Juel
    Mondo
    URL abbreviato
    0 19221

    Per l’associazione della stampa tedesca i giornalisti “hanno il diritto di lavorare in maniera libera, indipendente e critica” e “non dovrebbero mai essere oggetto di limitazioni”.

    L'inclusione di giornalisti nella lista nera di persone soggette a sanzioni da parte di Kiev è un grave attacco alla libertà di stampa. Lo ha affermato Hendrik Zoerner, portavoce dell'associazione della stampa tedesca, intervistato da Sputnik.

    Il portavoce ha commentato negativamente la decisione del governo di Petro Poroshenko di estendere le sanzioni a un totale di oltre 400 persone e 90 enti fra cui giornalisti ed esponenti del mondo politico da Russia, Gran Bretagna, Spagna, Israele e altri paesi.

    "Non si possono applicare sanzioni ai giornalisti. I giornalisti hanno il diritto di lavorare in maniera libera, indipendente e critica, sia in Ucraina che in Russia, e sotto questo punto di vista non dovrebbero mai essere oggetto di limitazioni, non importa da quale parte queste possano provenire", ha sottolineato Zoerner.    

    Correlati:

    Il Cremlino condanna l'introduzione delle sanzioni di Kiev contro i giornalisti
    Russia: sanzioni di Kiev sono l’“epitaffio di un paese che affonda”
    Ucraina: nuovo convoglio umanitario russo per Donetsk e Luhansk
    Yatsenyuk insiste, la Russia deve accettare ristrutturazione del debito dell'Ucraina
    Tags:
    giornalisti, sanzioni dell'Ucraina, Petr Poroshenko, Germania
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik