19:44 24 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca-4°C
    Rifugiati nel Donbass

    Per la Croce Rossa oltre mille persone scomparse a seguito del conflitto in Ucraina

    © Sputnik. Yuriy Lashov
    Mondo
    URL abbreviato
    0 16110

    La Croce Rossa sta attualmente cercando 380 ucraini scomparsi nel nulla, sebbene il numero totale delle persone di cui si sono perse le tracce sia molto superiore, ha detto un rappresentante dell'organizzazione.

    Il numero di persone scomparse durante il conflitto in Ucraina potrebbe raggiungere le diverse migliaia, ha detto in un'intervista con RIA Novosti Loran Korba, direttore del Comitato internazionale della Croce Rossa in Europa e in Asia centrale.

    "In questa fase abbiamo più di 300 richieste provenienti dalle famiglie. Tuttavia la cifra complessiva definitiva sarà molto più grande. Stiamo parlando di migliaia di persone scomparse," — ha detto.

    Secondo lui, la Croce Rossa da tempo si occupa della ricerca delle persone scomparse durante i conflitti. Corrispondenti programmi esistono da molti anni.

    "Temo che sia solo l'inizio di un lungo lavoro. Lo dico non solo per la peculiarità dell'Ucraina, ma per la natura della questione delle persone scomparse. E' una delle attività tradizionali della Croce Rossa. Sappiamo che una volta che si pone il problema, durerà per molti anni. Dobbiamo ancora portare a termine il lavoro nei Balcani, a 20 anni dalla fine del conflitto", — ha osservato.

    Alla fine di agosto il rappresentante della Croce Rossa in Ucraina Ashot Astabatsyan aveva riferito che l'organizzazione stava al momento cercando 380 ucraini, che risultavano scomparsi. Il numero totale di persone scomparse durante il conflitto supera quota mille.

    A metà aprile del 2014 è iniziato il conflitto nel Donbass. Secondo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, il numero delle vittime dall'inizio della guerra ammonta a 7.962, mentre i feriti sono 17.811.

    Parlando del processo di scambio di prigionieri, Korba ha annunciato la sua disponibilità a contribuire a questo processo. Secondo lui, la Croce Rossa spera inoltre di ricevere il permesso per visitare i prigionieri di guerra nei territori controllati dai separatisti delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk.

    "Vogliamo vedere i prigionieri, così come assistere al processo di scambio dei prigionieri Se le parti interessate ritengono che sia utile, siamo a loro disposizione," — ha detto.

    Tags:
    Società, Crimini di guerra, rapimento, sequestro, Croce Rossa, Loran Korba, Donbass
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik