00:33 20 Agosto 2017
Roma+ 26°C
Mosca+ 22°C
    Vitaly Churkin

    Mosca chiede un'inchiesta sull'impiego di armi chimiche in Iraq

    © REUTERS/ Brendan McDermid
    Mondo
    URL abbreviato
    0 672141

    La Russia ritiene necessario indagare l'uso di armi chimiche in Iraq, ha detto il rappresentante permanente della Russia alle Nazioni Unite Vitaly Churkin.

    "Siamo allarmati dalle notizie sull'impiego di sostanze tossiche come armi chimiche in Iraq. Crediamo che il mandato del meccanismo congiunto sulle indagini dovrebbe essere esteso in Iraq. Ci stiamo lavorando", — Churkin ha detto durante la teleconferenza con New York.

    La scorsa settimana BBC News, citando un funzionario USA, aveva detto che i militanti di ISIS producono autonomamente l'iprite (gas mostarda).

    Secondo la fonte, gli Stati Uniti hanno le prove di almeno 4 casi di utilizzo di armi chimiche in Siria e in Iraq da parte dei fondamentalisti dello Stato Islamico. Secondo il funzionario statunitense, i ribelli islamici hanno usato agenti chimici in polvere.

    Gli Stati Uniti ritengono che i radicali islamici abbiano un team dedicato impegnato nello sviluppo e miglioramento di queste armi.

    Tags:
    Armi, Armi chimiche, Stato Islamico, ISIS, Vitaly Churkin, USA, Iraq, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik