15:38 23 Agosto 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 24°C
    Angela Merkel

    Migranti, il pressing tedesco su Italia e Grecia

    © REUTERS/ Eric Vidal
    Mondo
    URL abbreviato
    0 12911

    La cancelliera Merkel chiede e ottiene un vertice UE straordinario per la prossima settimana e chiede a Italia e Grecia di predisporre gli hotspots per potere redistribuire i migranti.

    Convocato per il prossimo 22 settembre un vertice UE straordinario. Esaudite le richieste di quei Paesi, Germania su tutti, che dopo il nulla di fatto sulle quote registrato nel Consiglio Europeo di lunedì scorso avevano chiesto subito un secondo round per risolvere l'emergenza migranti.

    Che siano in atto profonde divisioni tra gli Stati membri è ormai un dato di fatto e l'auspicio espresso dalla presidenza di turno lussemburghese, che ha diffuso la nota con la data del prossimo incontro, è di arrivare ad un accordo sulla ricollocazione di 120mila profughi su base obbligatoria e secondo le quote del piano Juncker.

    Proprio ieri a Berlino incontro tra la cancelliera tedesca Angela Merkel ed il suo omologo austriaco Werner Faymann, in cui entrambi avevano ribadito la necessità di un nuovo vertice per sbloccare la situazione. Nel corso della conferenza stampa seguita al colloquio tra i due leader, la cancelliera ha ribadito la posizione della Germania, reiterando la richiesta a Grecia e Italia per l'allestimento degli hotspots per l'accoglienza e la registrazione dei migranti.

    "Diversamente — ha affermato — non può esserci la distribuzione equa dei migranti".

    Nel corso della conferenza stampa Angela Merkel è voluta poi tornare sulla decisione di ripristinare temporaneamente i controlli alle frontiere, sostenendo che si è trattato di una decisione mirata per facilitare la registrazione dei profughi in ingresso nel Paese.

    Correlati:

    Migranti, FT: Merkel non si aspettava tanti problemi in così poco tempo
    Chiudere le porte, così si risolve l'emergenza migranti in UE
    Migranti, primi arresti in Ungheria
    Tags:
    rifugiati, migranti, profughi, Immigrazione, Trattato di Schengen, Vertice UE, Consiglio Europeo, Werner Faymann, Angela Merkel, Austria, Germania, Grecia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik