21:18 14 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 17
Seguici su

La giornalista russa Marina Perekrestova era arrivata oggi in aereo a Tallinn, tuttavia le è stato negato l'ingresso nel Paese, riferisce l'ambasciata russa nel Paese baltico.

Le autorità estoni hanno negato l'ingresso alla dipendente dell'agenzia russa di stampa internazionale "Rossiya Segodnya" Marina Perekrestova, ha riferito l'ambasciata russa a Tallinn.

"Mezz'ora fa le guardie di frontiera estoni hanno negato l'ingresso nel Paese alla giornalista dell'agenzia russa di stampa internazionale "Rossiya Segodnya" M. Perekrestova," — si legge in un tweet dell'ambasciata.

Non è il primo caso di respingimento alla frontiera di un giornalista russo in alcuni Paesi ex Urss. Simili fatti sono più frequenti in Ucraina. Inoltre a diversi noti rappresentanti della stampa russa è stato negato l'ingresso in Moldavia, alcuni di loro sono stati persino dichiarati persone non gradite.

Oggi la Perekrestova era arrivata per una trasferta di lavoro a Tallinn e al controllo dei passaporti "le è stato negato l'ingresso in Estonia, hanno timbrato il suo passaporto e le hanno dato il foglio di via in estone e inglese." In seguito la giornalista è stata accompagnata sullo stesso aereo con cui è arrivata a Tallinn.

Secondo quanto riferito dalla corrispondente, gli agenti della polizia doganale si sono comportati molto correttamente.

Lo scorso giugno Marina Perekrestova aveva già avuto a che fare con le azioni illegittime delle guardie di frontiera estoni, quando l'informazione sul suo arrivo nel Paese era stata trasmessa dai media locali alla polizia di frontiera.

Tags:
Giornalismo, Censura, Società, giornalisti, Confine, mass media, Polizia, Marina Perekrestova, Paesi Baltici, Estonia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook