22:51 05 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
0 12
Seguici su

Il flusso dei profughi che entrano nell’Unione Europea dalla Serbia, attraversando il confine vicino al comune di Röszke, nel Sud dell’Ungheria, è aumentato, riferisce l’inviato dell’agenzia RIA Novosti.

I profughi sanno che dal 15 settembre l'Ungheria chiuderà la sua frontiera, dopo di che l'ingresso illegale nel paese sarà considerato un reato.

"C'è tantissima gente, le barche verso le isole greche partono dalla Turchia una dopo l'altra", — ha detto al giornalista uno dei profughi siriani, che ha confermato che i profughi sanno già della decisione di Budapest di chiudere la sua frontiera a partire dal 15 settembre, pertanto cercano di fare in tempo.

Nelle isole i profughi prendono traghetti verso la Grecia continentale e poi procedono senza alcun controllo attraverso Macedonia e Serbia fino all'Ungheria. Attraverso il valico di Röszke, dove la frontiera è ancora aperta, ogni giorno entrano in Ungheria circa 3000 persone che poi si recano a Budapest per prendere un treno fino all'Austria.

Il 15 settembre entrerà in vigore la nuova legge dell'Ungheria che qualifica come reati l'ingresso illegale nel paese e i tentativi di manomettere gli sbarramenti. Pene più pesanti saranno previste anche per coloro che organizzano il traffico di persone.

Il campo di Röszke si trova nel Sud dell'Ungheria, al confine della Serbia che è anche confine dell'Unione Europea. Nel passato era un campo dei nomadi, ma durante l'ultimo anno è stato trasformato in capo di accoglienza per i profughi che arrivano dall'Africa e dal Medio Oriente.    

Correlati:

Migranti su camion in Ungheria, fermato italiano
Migranti, Austria sospende traffico ferroviario con l’Ungheria
Tags:
Crisi dei migranti, Ungheria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook