08:57 04 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Per il dipartimento informazione del ministero degli Esteri russo, il rapporto Onu pubblicato ieri è “sfacciato e privo di fondamento in molti giudizi e conclusioni”. Dubbi anche sulle fonti di riferimento.

Le conclusioni e le valutazioni contenute nell'ultimo rapporto diffuse dalle Nazioni unite sulla situazione dei diritti umani in Ucraina sono di parte e non obiettive. Lo ha affermato il dipartimento per l'informazione del ministero degli Esteri russo in una nota diffusa oggi.

"Sfortunatamente, — si legge nella nota — non tutti i giudizi prodotti dagli esperti delle Nazioni Unite possono essere definiti obiettivi". Dubbi sorgono — prosegue la nota — anche in merito alle fonti d'informazione sulla base delle quali il rapporto è stato compilato. E conclude: "Notiamo quanto sfacciato e privo di fondamento sia tale rapporto per quanto riguarda molti giudizi e conclusioni".

L'ottavo rapporto stilato dalla missione delle Nazioni unite in Ucraina (pubblicato ieri, 8 settembre) copre il periodo che va dal 16 maggio al 15 agosto scorsi.    

Tags:
Diritti Umani, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook