05:59 20 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 8°C
    Migranti siriani in Serbia dopo l'attraverso del confine ungherese

    Prende a calci migranti, licenziata operatrice TV ungherese

    © REUTERS/ Marko Djurica
    Mondo
    URL abbreviato
    0 19332

    L'incredibile episodio a Roszke, dove alcuni profughi fuggivano da un cordone della polizia.

    Licenziata con effetto immediato l'operatrice dell'emittente ungherese N1TV filmata mentre prende a calci prima e sgambetta poi alcuni migranti, tra cui donne e bambini, in fuga da un cordone di polizia a Roszke, al confine con la Serbia, dove da giorni migliaia di migranti stanno occupando un campo allestito per contenere l'esodo in Ungheria.

    Le immagini riprese da una TV online mostrano in particolare la donna, Petra Laszlo, nell'atto prima di colpire con alcuni calci delle persone in fuga da una carica di polizia e successivamente sgambettare un uomo che scappava tenendo in braccio con sé un bambino.

    "Una nostra collega si è comportata in maniera inaccettabile".

    Questo lo scarno commento del direttore della TV in cui lavorava la donna, annunciandone l'immediato licenziamento. La stessa emittente, vicina al partito di estrema destra ungherese Jobbik, ha successivamente diffuso il filmato che vede la donna protagonista dello spregevole gesto. 

    Correlati:

    Migranti, caos in Ungheria e Austria
    Ungheria, media: due terroristi arabi tra i migranti
    Ungheria, assalto ai treni dei migranti
    Ungheria: senza Russia UE ha meno peso
    Tags:
    Immigrazione, rifugiati, profughi, migranti, TV, Ungheria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik