23:13 24 Settembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 10°C
    Bandiere della Finlandia e della UE

    Vacilla la libertà di parola in Finlandia

    © AP Photo/ Sari Gustafsson
    Mondo
    URL abbreviato
    327404

    Le più grandi compagnie mediatiche finlandesi “Helsingin Sanomat” ed “MTV” hanno limitato i commenti degli articoli pubblicati sulle loro pagine web a seguito del gran numero di insulti. Creano particolare preoccupazione gli articoli riguardanti il problema della crisi migratoria.

    Il 1° settembre MTV ha annunciato di sospendere temporaneamente i commenti su tutte le notizie sul tema dei profughi. Secondo la redattrice capo Merja Ylä-Anttila, la crisi migratoria ha provocato un brusco aumento dei toni e di un linguaggio carico d'odio nelle discussioni.

    "Non so che fare io, che sempre ho creduto nella libertà di espressione e che l'informazione possa migliorare il mondo", — scrive la redattrice.

    "Non vogliamo cucire le bocche. Nei social network tutti possono esprimersi. Fonti responsabili non possono vedere un atteggiamento simile nei confronti della dignità umana sulle proprie pagine."

    "C'è una crisi di umanità", — aggiunge.

    Il sito di nyt.fi, applicazione dell'importante quotidiano "Helsingin Sanomat", da 2 settimane a partire dal 1° settembre ha completamente oscurato i commenti sul proprio sito web.

    Secondo il direttore del sito Jussi Pullinen, "la cosa spiacevole è che i nostri giornalisti e spesso le persone che intervistiamo vengono minacciati nei commenti, sono insultati e accusati di mentire". Secondo lui, tutti sono stati ingiuriati e questa storia va avanti di giorno in giorno.

    Il più grande servizio radiotelevisivo finlandese Yle non si appresta a cambiare la sua rigorosa politica sui commenti. Atte Jääskeläinen, redattore capo di Yle, ha tuttavia affermato di provare profondo rammarico per l'attuale situazione dei commenti degli utenti.

    Tags:
    Giornalismo, internet, Censura, profughi, Società, mass media, Unione Europea, Finlandia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik