17:35 20 Maggio 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 11°C
    Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Zarif, giovedì volerà a Islamabad per incontrare il primo ministro pachistano Nawaz Sharif.

    Iran, accordo con Spagna per forniture energetiche

    © AFP 2018 / STR/VAHIDREZA ALAI
    Mondo
    URL abbreviato
    0 31

    In corso una visita diplomatica della Spagna a Teheran, in cui è stato raggiunto un accordo per il trasporto nella penisola iberica di gas liquefatto attraverso navi cisterna.

    Iran e Spagna hanno raggiunto un accordo per la fornitura di gas naturale in Europa attraverso l'utilizzo di navi cisterna per il trasporto di gas naturale liquefatto.

    Secondo quanto riferisce l'agenzia iraniana Fars, l'accordo è stato raggiunto in occasione della visita, in corso a Teheran, di una delegazione d'imprenditori spagnoli guidata dai ministri degli Affari Esteri, Josè Manuel Garcia-Margallo, dello Sviluppo, Ana Pastor, e dell'Industria, Josè Manuel Soria Lopez.

    L'intesa consentirà a Teheran di utilizzare gli impianti spagnoli per la trasformazione del gas, aprendo di fatto la strada all'esportazione di gas verso i Paesi europei.

    Già la settimana scorsa, il vicedirettore dell'Iranian Gas Company, Mohammadreza Ghaznavi, in un'intervista ai media locali aveva precisato che diversi Paesi europei avrebbero espresso la volontà d'importare gas dall'Iran, ricordando tuttavia l'intenzione di Teheran di dare priorità ai Paesi confinanti, in particolare l'Azerbaigian.

    I tre ministri spagnoli giungono in Iran due mesi dopo la firma dello storico accordo sul nucleare, accompagnati da una delegazione economica e commerciale composta da 40 rappresentanti delle principali aziende spagnole. L'accordo raggiunto nel mese di luglio tra sei potenze mondiali e l'Iran al fine di limitare il suo programma nucleare in cambio di una revoca delle sanzioni economiche è infatti il punto di partenza di questa visita ufficiale.

    Uno degli obiettivi principali di entrambe le nazioni è lo sviluppo della collaborazione economica in settori quali le infrastrutture, in particolare le linee ferroviarie, l'energia, il turismo e l'industria automobilistica.

    Il governo spagnolo non è il primo a inviare propri rappresentanti a Teheran in seguito alla revoca delle sanzioni, che dovrebbe avvenire la prossima primavera, salvo battute d'arresto impreviste. La capitale iraniana ha già accolto i ministri degli Esteri del Regno Unito — che ha riaperto la sua ambasciata in Iran — di Francia e Italia, così come l'Alto rappresentante per la politica estera dell'Unione Europea, Federica Mogherini.

    Correlati:

    Iran, Turchia, Egitto e Arabia: in quattro per il dominio del medioriente
    Iran e Cina rafforzano la cooperazione nell'energia nucleare e nel petrolio
    Iran-Usa, Teheran: per ora no a ripristino delle relazioni diplomatiche
    Iran ritira vertenza da 4 miliardi $ contro la Russia
    Tags:
    gas, National Iranian Gas Company - INGC, Mohammadreza Ghaznavi, Josè Manuel Soria Lopez, Ana Pastor, Josè Manuel Garcia-Margallo, Federica Mogherini, Iran, Spagna, UE
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik