03:29 25 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
1102
Seguici su

Per riavere, almeno in parte, la competitività che è stata persa, l’Unione Europea deve sviluppare con la Russia una cooperazione strategica basata sul pragmatismo, ha dichiarato il ministro degli Esteri dell’Ungheria Peter Szijjarto.

"Le sanzioni ritorneranno sull'agenda soltanto alla fine dell'anno, pertanto spero che il conflitto venga risolto e che venga aperto un nuovo capitolo, perché l'Europa ha bisogno di una cooperazione pragmatica con la Russia. Se con la Russia non riusciamo a rilanciare rapporti strategici di tipo pragmatico, perderemo un fattore molto importanza della nostra forza e della nostra competitività",

ha detto Szijjarto ai giornalisti russi dopo un incontro informale dei ministri degli Esteri UE.

Secondo il ministro ungherese, al ministeriale il tema della Russia non è stato affrontato direttamente.

"Quanto alla Russia, abbiamo confermato che tutte le parti devono rispettare al 100% gli accordi di Minsk. Ho espressamente dichiarato che la soluzione della crisi in Ucraina è nell'interesse di tutti — della Russia come dell'Ucraina, dei paesi CSI e dell'Europa", ha detto il ministro ungherese.

Secondo Peter Szijjarto, quello che sta accadendo in Ucraina crea notevoli difficoltà per l'Europa.

"Nella prima metà dell'anno l'Ungheria ha perso quasi il 50% delle sue esportazioni verso la Russia, ma la cifra dei nostri danni non è tra le più alte. Abbiamo fatto capire con chiarezza che dal punto di vista delle prospettive dell'UE, per riavere almeno in parte la competitività che è stata persa, abbiamo bisogno di una cooperazione strategica e pragmatica con la Russia, naturalmente nel rispetto del diritto internazionale. Spero che tutti gli accordi di Minsk vengano implementati da tutte le parti, nel modo che si possa aprire una nuova pagina",

ha dichiarato Peter Szijjarto.    

Correlati:

Guerra di sanzioni tra Russia e UE, allevatori francesi rivelano i loro danni economici
Quando il latte diventa acqua, l' Europa continua a subire danni
Danni dell’Occidente a causa delle sanzioni più grandi di quelli ufficiali
Tags:
Rapporti con la Russia, Ministro degli Esteri ungherese, Unione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook