19:17 30 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 12
Seguici su

Impegnati 400 parà italiani della Brigata Folgore.

Si è conclusa l'esercitazione Swift Response 2015 che ha impegnato le unità paracadutiste di ben 11 Paesi. Lo riferisce il sito dell'Esercito italiano secondo cui l'attività si è svolta in contemporanea in quattro paesi europei, Italia, Germania, Romania e Bulgaria, e ha coinvolto circa 5.000 militari, 2.500 dei quali sono stati aviolanciati nelle varie fasi della manovra.

La brigata Folgore ha partecipato con diversi assetti a vario livello. Un battaglione del 183esimo reggimento paracadutisti Nembo con alle dipendenze una compagnia statunitense e una inglese ha condotto l'isolamento di un villaggio allo scopo di neutralizzare le sacche d'insorgenza insistenti nell'area.

Una compagnia del 186esimo reggimento paracadutisti inquadrata nel 503esimo battaglione della 173esima brigata aviotrasportata statunitense ha invece avuto il compito di mettere in sicurezza l'aeroporto e condurre un eli assalto impiegando elicotteri UH-60 Blackhawk. Infine, un plotone del 187esimo reggimento paracadutisti alle dipendenze dell'82esima divisione aviotrasportata Usa, a seguito di aviolancio, ha condotto un raid contro obiettivi specifici.

Le tre attività distinte sono state svolte sotto la guida del comandante della brigata paracadutisti Folgore, generale di brigata Giovanni Maria Iannucci che ha assolto l'incarico di vice comandante alle operazioni del 18esimo corpo d'armata statunitense. 

Correlati:

Nel Mar Nero iniziate le esercitazioni navali “Sea Breeze” con USA, Ucraina e NATO
Esercitazioni Nato in corso nei Paesi dell'ex Patto di Varsavia
Tags:
paracadutisti, Swift Response, Esercitazioni NATO, Esercitazioni, NATO, USA, Romania, Italia, Germania, Bulgaria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook