16:32 08 Dicembre 2019
Progetto gallerie naziste segrete in Polonia

Cosa accadrà al treno con l'oro nazista scoperto in Polonia?

© AFP 2019 / JANEK SKARZYNSKI
Mondo
URL abbreviato
16153
Seguici su

Nonostante il treno con a bordo l'oro nazista trovato in Polonia non sia stato ancora mostrato, già si è acceso il dibattito su chi abbia il diritto di avanzare pretese sul prezioso carico.

La notizia secondo cui 2 persone nei pressi di Wałbrzych hanno trovato un treno scomparso durante la Seconda Guerra Mondiale con a bordo un tesoro inestimabile ha fatto scalpore. Al municipio hanno ufficialmente confermato "la scoperta" e la possibilità che i cacciatori di tesori abbiano veramente scoperto l'oro del Terzo Reich. Si può effettivamente trattare del convoglio ferroviario che trasportava oro ed altri oggetti di valore da Wroclaw a Walbrzych scomparso poi nel nulla.

Secondo il portale internet polacco TVN 24, "domenica sera nel luogo in cui si troverebbe il "treno con l'oro" c'è stato un incendio. Sono stati avvolti dalle fiamme 200 metri quadrati di bosco. Non è chiaro se sia doloso o accidentale o frutto di una combustione spontanea."

Durante il fine settimana lungo i binari della ferrovia di Walbrzych si è riversata una folla di cacciatori di tesori ed avventurieri in cerca dell'oro nazista. Intere famiglie con bambini al seguito dicevano apertamente: siamo arrivati per trovare l'oro. Inoltre nei pressi della zona in cui si troverebbe il treno con l'oro sono presenti agenti della polizia ferroviaria e i giornalisti di tutto il mondo.

Secondo il giornalista del Daily Mail: "questa storia interessa tutto il mondo. Diversi elementi si sono intrecciati qui nel corso della storia: l'oro e il treno segreto e i nazisti".

Secondo il portale "wpolityce.pl", si è espresso sui diritti del tesoro il Congresso ebraico mondiale a New York. Il presidente dell'associazione Robert Singer ha sottolineato che gli oggetti di valore presenti in Polonia potrebbero essere stati rubati agli ebrei, pertanto devono essere restituiti ai proprietari o ai loro eredi:

"Se non si risalirà agli eredi, l'oro e gli altri oggetti preziosi appartenenti alle famiglie o organizzazioni ebree devono essere trasferiti agli ebrei polacchi sopravvissuti alla guerra, che non hanno ricevuto una compensazione adeguata dalla Polonia per il danno morale e finanziario durante l'Olocausto".

Secondo l'avvocato russo difensore dei diritti civili Mikhail Ioffe, "gli oggetti devono essere registrati e messi a disposizione dei Paesi membri della coalizione anti-hitleriana. I rappresentanti della Russia, naturalmente, devono essere coinvolti nella catalogazione del carico, che sarà stimato e poi rimosso da questo treno. In questo caso la Polonia ha l'obbligo di coinvolgere esperti internazionali per determinare il valore del carico. Se gli oggetti a bordo erano state depredati dai territori che appartenevano all'Unione Sovietica, secondo il diritto internazionale il carico deve essere consegnata alla parte russa."

Secondo "wpolityce.pl", in un'intervista con la radio "Jedynka" il rappresentante del ministero della Cultura della Polonia Piotr Zhuhovsky ha spiegato chi può vantare diritti sugli oggetti di valore del treno:

"i nostri avvocati affermano chiaramente che se non verranno determinati i proprietari, il treno e il suo carico diventeranno di proprietà dello Stato polacco."

A sua volta la premier polacca Ewa Kopacz ha cercato di placare le richieste di tutti i contendenti con una battuta:

"Il treno non c'è ancora, anch'io lo sto aspettando."

Tags:
Giustizia, Seconda Guerra Mondiale, Nazismo, Treno nazista, oro, Tesoro, Germania, Russia, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik