18:48 19 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 81
Seguici su

In un’intervista esclusiva a Sputnik, D’Arcimoles Emeric, presidente di Paris AirShow e presidente della commissione internazionale di GIFAS (associazione di aziende aerospaziali), ha parlato della cooperazione con la Russia.

"Devo ammettere che per me è un piacere poter essere presente al Salone MAKS di Mosca. Oggi i nostri paesi stanno attraversando delle difficoltà di natura politica. Tuttavia, la particolarità del nostro lavoro consiste nel fatto che il ciclo industriale ha una durata lunga, mentre il ciclo politico è breve. Sono assolutamente convinto che la nostra cooperazione sarà continuata. I nostri partner in Russia hanno tutta la nostra fiducia.

Non è assolutamente normale che lo Stato francese abbia dimostrato mancanza di rispetto per la propria firma sul contratto delle navi Mistral. L'industria aerospaziale della Francia oggi deve tener conto dei potenziali rischi di questo tipo. Probabilmente la parte russa sarà più esigente. La Russia potrebbe chiederci di lavorare qui in Russia. E sarà un'ottima cosa! Lavoreremo in Russia.

Il budget dell'industria aerospaziale in Europa, e soprattutto in Francia, oggi è tra i più grandi degli ultimi 70 anni. C'è stato un periodo in cui la Russia non prestava così tanta attenzione al settore, ma oggi la situazione è tornata ad essere stabile. L'alto livello professionale degli ingegneri russi ci permette di cancellare dalla memoria questo "gap" del passato".    

Correlati:

Putin e ascia volante al MAKS-2015
Putin: Maks-2015 sarà aperto a tutti i partner a prescindere da contesto politico attuale
Tags:
Salone aerospaziale MAKS-2015, Presidente Paris AirShow, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook