20:55 03 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 121
Seguici su

La consegna dei sistemi missilistici di difesa aerea “S-300” da parte della Russia non richiede un nuovo accordo, ha dichiarato il ministro della Difesa iraniano Hossein Dehqan. Secondo lui, il documento è stato modificato per sancire l'aumento dei costi degli armamenti.

Il ministro della Difesa iraniano Hossein Dehqan non ha escluso che l'Iran riceverà i russi "S-300", nella migliore delle ipotesi, alla fine del 2015, riferisce l'agenzia ISNA.

Il ministro ha osservato che la Russia ha annullato il precedente accordo per la fornitura degli S-300 all'Iran e Teheran ha restituito i soldi. Dehqan ha inoltre aggiunto che, al momento del documento è sospeso "in termini pratici".

Secondo Dehqan, la consegna degli S-300 non richiede un nuovo accordo, ma occorre solo apporre delle modifiche al documento precedente.

"Dal momento che in alcune parti dei sistemi S-300, tra cui la sezione radar, sono state fatte alcune modifiche, è aumentato il loro costo e l'Iran deve pagare la differenza", — riporta l'agenzia.

Tags:
Difesa, Sicurezza, Missili S-300, Il Ministero della Difesa, Hossein Dehqan, Russia, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook