17:57 26 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
3161
Seguici su

Oggi è il 34° anniversario della fondazione dell'unità speciale "Vympel". Era stata creata per operazioni speciali all'estero a sostegno dei servizi segreti sovietici all'estero. Ora "Vympel" è un'unità speciale inclusa nelle forze di sicurezza della Federazione Russa con funzioni di antiterrorismo.

Durante le esercitazioni sulla "conquista" di impianti nucleari con le forze speciali "Vympel" sono state elaborate nuove misure per difendere le centrali atomiche, ha detto l'ex comandante dell'unità "Vympel", il generale Dmitry Gerasimov.

"Quando sono arrivato alla "Vympel", abbiamo svolto esercitazioni alla centrale nucleare di Kalinin. Per la prima volta sul tetto di un reattore nucleare sono stati fatti scendere i paracadutisti," — ha detto Gerasimov.

Secondo lui, il reattore era stato spento, ma l'essenza dell'operazione era lo sbarco dei paracadutisti in una sottostazione ad alta tensione.

"Pertanto, in caso di urto con le reti elettriche i parà avrebbero rischiato di morire. L'addestramento e le abilità di paracadutismo hanno assicurato il successo dell'operazione di sbarco," — ha rilevato Gerasimov.

"Inoltre abbiamo mostrato come superare il sistema di sicurezza elaborato per catturare i sabotatori. A margine delle manovre sono state date nuove istruzioni a livello governativo per la difesa delle centrali nucleari," — ha aggiunto.

Gerasimov ha osservato che oltre alle manovre nella centrale nucleare, "Vympel" a suo tempo ha condotto esercitazioni nel Centro Federale russo Nucleare di Sarov (ex Arzamas-16). Allora i soldati delle forze speciali sono penetrati nel reparto di assemblaggio di armi nucleari. Nelle manovre di Sarov i "rivali" di "Vympel" erano uomini delle forze armate. Anche queste manovre hanno mostrato cosa sia necessario migliorare nella difesa di impianti nucleari.

Tags:
Difesa, Sicurezza, Esercitazioni, Esercito russo, Dmitry Gerasimov, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook