15:29 02 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 72
Seguici su

Il governo dell’Ungheria manderà alcune migliaia di poliziotti al confine con la Serbia per contrastare il flusso dei migranti che stanno cercando di entrare nel paese, ha comunicato il capo dell’Ufficio di Primo ministro di Budapest Janos Lazar.

"Al confine con la Serbia saranno dislocate alcune migliaia di agenti di polizia, che dovranno proteggere questo tratto della frontiera",

riferisce l'agenzia Reuters, citando Lazar.

Il governo di Budapest ha deciso di rafforzare la protezione della frontiera, perché i migranti stanno diventando sempre più aggressivi, ha aggiunto il funzionario. Lazar ha anche proposto di convocare una sessione speciale del parlamento dell'Ungheria per irrigidire il codice penale: secondo Lazar, l'ingresso illegale nel paese e la manomissione delle infrastrutture di frontiera devono essere puniti con pene fino a 4 anni. Inoltre, il governo intende irrigidire le pene per l'organizzazione dell'immigrazione clandestina.

Intanto l'esercito dell'Ungheria continua a costruire al confine della Serbia una recinzione alta 3,5 metri per arginare il flusso dei migranti. La recinzione, che sarà lunga 177 km, deve essere ultimata entro il mese di novembre.    

Correlati:

Immigrazione clandestina, ONU critica idea Ungheria di costruire muro al confine serbo
L'Ungheria ha iniziato a costruire il muro “anti-immigrati” al confine con la Serbia
Tags:
Forze di polizia al confine, Janos Lazar, Ungheria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook