05:06 20 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
2130
Seguici su

Il ministro: Kiev vuole alimentare russofobia e spostare attenzione da fallimento in rispetto accordi Minsk.

Le dichiarazioni del presidente ucraino, Petr Poroshenko, su una possibile aggressione di Mosca all'Europa sono "deludenti" e "inconcepibili". Lo ha affermato il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov.

"Vediamo che le autorità ucraine cercano di surriscaldare la situazione facendo dichiarazioni deludenti e inconcepibili", ha affermato il capo della diplomazia russa in relazione alla recente affermazione di Poroshenko sul fatto che il presidente russo Vladimir Putin "vuole tutta l'Europa".

Per Lavrov, invece, Kiev sta cercando di spostare l'attenzione dal suo fallimento nel rispettare gli accordi di Minsk, supportando la russofobia.

"È chiaro che questa persona è più interessata a mantenere la russofobia nell'Occidente — ha sottolineato Lavrov, — facendo aumentare artificialmente le tensioni e spostando l'attenzione della sua inabilità nel rispettare ciò che lui stesso ha firmato".

Ad aprile del 2014, le autorità ucraine hanno lanciato un'operazione militare contro le forze indipendentiste nella regione orientale di Donbass. Nel conflitto, in base agli ultimi dati delle Nazioni Unite, sono morte oltre 6.800 persone. Kiev accusa Mosca di ingerenze nella crisi e di essere solo il primo punto di una più estesa "aggressione" russa. Mosca ha ripetutamente negato gli addebiti, facendo sapere che si sta impegnando solo per far cessare la crisi in Ucraina.    

Correlati:

Poroshenko promette ancora agli ucraini abolizione visto per l'Europa e ingresso in UE
Ucraina, Poroshenko convoca urgentemente il Consiglio di Guerra
Poroshenko parla di “autonomia” della Crimea
Tags:
Russofobia, accordi di Minsk, aggressione, crisi, Vladimir Putin, Sergej Lavrov, Donbass, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook