Widgets Magazine
04:26 26 Agosto 2019
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan

Turchia verso le elezioni anticipate

© AP Photo / Burhan Ozbilici
Mondo
URL abbreviato
0 0 0

Fallita la mediazione tra l'Akp del presidente Erdogan ed i socialdemocratici del Chp. Il premier incaricato Davutoglu conferma: probabile il ricorso alle urne.

Fumata nera all'ultimo tavolo negoziale aperto dall'Akp, risultato il partito di maggioranza relativa alle ultime elezioni politiche dello scorso 7 giugno con il 41% ed in cerca di un accordo di coalizione per formare il nuovo governo. Il premier incaricato Ahmet Davutoglu ha reso noto ieri che anche la trattativa con i socialdemocratici del Chp è infatti fallita.

"Per la stabilità collettiva, dopo tutti gli sforzi che sono stati fatti, la probabilità di elezioni anticipate sta crescendo, potrebbe anche essere l'unica soluzione. In quanto leader politici e parlamentari, dobbiamo risolvere questa situazione entro il 23 agosto, altrimenti dovrà agire il Presidente".

Questo l'annuncio di Davutoglu, che ha definito estremamente probabile il ricorso alle urne alla luce dell'indisponibilità dei socialdemocratici, che hanno accusato il partito del presidente Erdogan.

"La Turchia ha perso un'occasione storica —ha detto il leader di Chp Kemal Kilicdaroglu — L'Akp ci ha proposto un governo elettorale, non una coalizione" spiegando ai cronisti che il suo partito puntava invece ad un "governo di alto profilo".

Ora all'Akp non restano che dieci giorni per tentare nuovamente la strada della mediazione con i nazionalisti del Mhp, che potrebbe accettare la soluzione ponte già proposta ai socialdemocratici per favorire la formazione di un governo che porti subito al voto il Paese. 

Correlati:

Erdogan: Putin potrebbe non appoggiare più Assad
Turchia, blitz di terra e raid aerei contro il terrorismo
Russia-Turchia, probabile incontro Putin-Erdogan entro la fine di novembre
Tags:
Ahmet Davutoglu, elezioni politiche, CHP partito, AKP partito, Kemal Kilicdaroglu, Recep Erdogan, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik