21:52 23 Settembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 8°C
    Bandiera ISIS

    ISIS, decapitato ostaggio croato

    © Sputnik. Andrey Stenin
    Mondo
    URL abbreviato
    0 104 0 0

    Il gruppo egiziano Provincia del Sinai mostra le immagini della barbara esecuzione. Cambio di strategia nella regione?

    Il gruppo fondamentalista Provincia del Sinai, operante in Egitto ed affiliatosi di recente all'ISIS, ha annunciato la morte per decapitazione di un ostaggio croato.

    Una foto, con quello sembrerebbe il corpo decapitato di Tomislav Salopek, la cui morte tuttavia non è ancora stata ufficialmente confermata, è apparsa ieri sul web, con la rivendicazione a nome del gruppo terroristico egiziano.

    Su Salopek, rapito in Egitto lo scorso luglio, pendeva già una "condanna a morte" da parte dei miliziani del califfato: diversi giorni fa il gruppo aveva infatti minacciato la sua morte, mostrando un video che lo ritraeva in ginocchio mentre un boia dell'ISIS chiedeva come riscatto per la sua salvezza la liberazione di alcune detenute musulmane, attualmente nelle carceri egiziane.

    Secondo gli esperti questo evento segna un cambio di strategia del gruppo Provincia del Sinai, per la prima volta impegnato nell'uccisione di un civile e abitualmente attivo in azioni contro le forze di polizia egiziane e l'esercito.

    Il governo croato ha fatto sapere in queste ore di non potere ancora confermare al 100% l'autenticità dello scatto, così come confermato dal premier Zoran Milanovic nel corso di una conferenza stampa convocata ad hoc. 

    Correlati:

    ISIS decapita 2 donne in Siria
    ISIS, a Baghdad camion bomba fa oltre 70 morti
    Isis, cambia la tattica: ai simpatizzanti in Gran Bretagna si chiede di colpire in patria
    Tags:
    jihad, Terrorismo, decapitazione, Provincia di Sinai, Zoran Milanovic, Tomislav Salopek, Egitto
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik