16:07 21 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 15°C
    Bandiera di Palestina

    Medio Oriente, i palestinesi puntano sulla Russia per ritrovare l’unità nazionale

    © flickr.com/ Joi
    Mondo
    URL abbreviato
    121971

    L’ambasciatore dell’Anp a Mosca: la Russia può giocare un ruolo significativo.

    La Palestina spera che la Russia in futuro possa giocare un ruolo significativo nel ripristinare l'unità nazionale e nel porre fine al conflitto con Israele. Lo ha affermato l'ambasciatore palestinese a Mosca, Abdel Hafiz Nofal, in un'intervista a Sputnik.

    "Siamo certi — ha sottolineato — che la Russia realmente voglia giocare un ruolo positivo negli sforzi per risolvere la questione palestinese".

    Mosca può essere d'aiuto in questa direzione in diversi modi, ha aggiunto il diplomatico, ricordando il ruolo della Russia nei colloqui con l'Iran che poi hanno portato all'accordo sul nucleare, il rafforzamento delle relazioni tra la Federazione e l'Arabia Saudita e, infine, la partecipazione di Mosca al processo di pace in Siria.

    "Tutti questi fattori indicano da una parte il rafforzamento del ruolo della ‘nuova Russia' in Medio Oriente — ha concluso Nofal. — Dall'altra, che Mosca è in grado di avere una reale influenza nei riguardi della questione israelo-palestinese".

    Le parole dell'ambasciatore seguono di qualche giorno una dichiarazione del ministero degli Esteri russo, che all'inizio del mese ha riconfermato il pieno supporto agli sforzi per riportare l'unità nazionale palestinese. Il conflitto tra i palestinesi e gli israeliani è cominciato con l'occupazione da parte di questi ultimi della Striscia di Gaza nel 1967. I primi puntano alla creazione di uno stato indipendente che comprende la Cisgiordania, Gerusalemme Est e la Striscia di Gaza.    

    Correlati:

    La Grecia può riconoscere la Palestina
    Tags:
    Abdel Hafiz Nofal, Medio Oriente, Arabia Saudita, Iran, Gerusalemme, Striscia di Gaza, Siria, Israele, Russia, Palestina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik