02:07 26 Settembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 11°C
    L`incendio provocato dall`esplosione a Tanjin cinese

    Cina, violenta esplosione a Tanjin: almeno 44 morti

    © REUTERS/
    Mondo
    URL abbreviato
    114002

    Un deposito di esplosivi salta in aria nella città portuale a nordest del Paese: molte vittime e oltre 500 feriti.

    Un'enorme esplosione nel distretto industriale Tianjin, città portuale nelle regione nord est della Cina, ha provocato nelle prime ore di oggi una vera e propria carneficina. Sarebbero infatti almeno 44 le morti accertate a causa della deflagrazione sulla cui dinamica gli inquirenti cinesi non hanno ancora riferito i particolari.

    A riferire le cifre ufficiali è stata in queste ore l'agenzia di stampa ufficiale Xinhua ha parlato di oltre 500 feriti, di cui 66 in gravissime condizioni, specificando che tra le 44 vittime ci sono anche 12 vigili del fuoco.

    Secondo le prime ricostruzioni sembrerebbe che all'origine dell'incidente ci sia una violentissima deflagrazione provocata da materiale esplosivo saltato in aria in un deposito. La "bomba esplosiva" ha poi ricoperto di detriti parte della città, innescando una serie interminabile di incendi e focolai su cui stanno operando da ore le squadre di soccorso ed i vigili del fuoco.

    Il Centro sismografico cinese ha fatto sapere in queste ore che le esplosioni che hanno interessato il deposito da cui si è generato l'incidente sono state due: la prima equivalente ad una deflagrazione causata da 3 tonnellate di esplosivo, la seconda a 21 tonnellate ad alto potenziale.

    Correlati:

    Esplosione su una piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico
    Nigeria, esplosione in gasdotto ENI: 12 morti
    Tags:
    Vittime, Esplosione, Centro sismografico cinese, Cina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik