16:12 21 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 15°C
    Forze speciali russe antiterrorismo in Daghestan

    Terrorismo: ucciso in Dagestan il capo di Imarat Kavkaz, Magomed Suleymanov

    © AP Photo/ NewsTeam, File)
    Mondo
    URL abbreviato
    0 53761

    È il risultato di un’operazione antiterrorismo russa, morti anche tre miliziani ricercati.

    Magomed Suleymanov, il leader di Imarat Kavkaz (l'Emirato del Caucaso) — formazione terroristica legata all'Isis — è stato ucciso insieme a tre miliziani in un'operazione speciale nella repubblica del Dagestan. Lo ha riferito una fonte del Comitato nazionale russo anti-terrorismo a Ria Novosyi.

    "A seguito di un'operazione, sono stati uccisi quattro miliziani — ha spiegato la fonte —. Di questi, uno è stato identificato come Magomed Suleymanov, a capo di Imarat Kavkaz".

    Anche gli altri tre jihadisti morti erano ricercati dalle forze di sicurezza russe. Suleymanov è diventato il numero uno della formazione terroristica a seguito della morte del vecchio leader, Doku Umarov, avvenuta nel 2013 e di quella del suo sostituto, Aliaskhab Kebekov, ad aprile del 2015. Imarat Kavkaz è una organizzazione militante islamica che punta a creare un califfato indipendente nel Nord del Caucaso, zona a prevalenza musulmana.

    Ad aprile di quest'anno, il vice direttore della Fsb ha spiegato che in base ad alcune informazioni in possesso dell'agenzia di sicurezza russa, alcuni comandanti sul campo del gruppo terroristico avevano stretto un'alleanza con il Daesh, attivo soprattutto in Iraq e Siria.     

    Correlati:

    In Daghestan annientata dalle forze speciali russe banda armata fedele ad ISIS
    Isis, Lavrov: Non serve coalizione militare, ma coordinamento forze regionali
    Tags:
    terrorismo, Daghestan, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik