02:14 26 Settembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 11°C
    Primo ministro australiano Tony Abbott

    Australia annuncia taglio di emissioni di gas serra

    © REUTERS/ Sean Davey
    Mondo
    URL abbreviato
    0 5611

    L’obiettivo è arrivare a ridurre il 28 per cento rispetto ai valori del 2005, entro il 2030.

    Il governo australiano del primo ministro Tony Abbott ha pianificato di ridurre le emissioni di gas serra di una cifra compresa tra il 26 e il 28 per cento rispetto ai valori del 2005, entro il 2030. Lo riporta la Bbc.

    "Tutto ciò che facciamo va verso questa direzione — ha affermato il premier in conferenza stampa — come promuovere i posti di lavoro e la crescita. E la politica sui cambiamenti climatici non è differente. Dobbiamo ridurre le nostre emissioni, ma farlo in modi consistenti che garantiscano allo stesso tempo una crescita forte".

    I media hanno rilevato che il target del governo australiano, prima dell'annuncio, era più basso rispetto a quelli posti da altri paesi industrializzati come il Canada e gli Stati Uniti: era del cinque per cento entro il 2020. Il paese dipende largamente dal carbone, tanto che ne è uno dei principali esportatori a livello mondiale. Inoltre, secondo le informazioni del Consiglio per i cambiamenti climatici è il tredicesimo paese a livello mondiale per emissione di gas serra, con un tasso pro-capite tra i più alti a livello globale.

    Da qui l'annuncio di Abbott, fatto anche in vista della Conferenza Onu sui cambiamenti climatici, che si terrà a Parigi a dicembre e il cui obiettivo è raggiungere un accordo giuridicamente vincolante per limitare il riscaldamento globale.    

    Correlati:

    Pamela Anderson sarà invitata in Russia da ministro delle Risorse Naturali e dell'Ambiente
    Tags:
    Ambiente, Tony Abbott, Australia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik