13:05 23 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 13°C
    Nagasaki dopo bombardamento nucleare 1945

    Giappone redigerà risoluzione per bandire armi nucleari all'Assemblea generale ONU

    © AP Photo/ File
    Mondo
    URL abbreviato
    227221

    Il Giappone introdurrà un progetto di risoluzione per bandire totalmente le armi nucleari nella prossima sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha riferito oggi il primo ministro giapponese Shinzo Abe.

    "Il governo giapponese redigerà una nuova bozza per il bando totale delle armi nucleari per l'Assemblea generale delle Nazioni Unite del prossimo autunno," — ha detto Abe durante la cerimonia di commemorazione in occasione del 70° anniversario del bombardamento atomico di Nagasaki.

    Le risoluzioni dell'Assemblea generale dell'ONU sono di natura consultiva, in contrasto con le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che sono vincolanti e presuppongono sanzioni internazionali in caso di mancato rispetto.

    All'inizio della giornata il sindaco di Nagasaki aveva invitato il presidente americano Barack Obama e i leader delle altre potenze nucleari a visitare di persona la sua città ed Hiroshima, per rendersi conto degli orrori del bombardamento atomico del 1945.

    "Rivolgo l'invito da Nagasaki al presidente degli Stati Uniti Barack Obama e agli altri capi di Stato, compresi i leader delle potenze nucleari, e a tutte le persone del mondo per venire ad Hiroshima e Nagasaki, per rendersi conto di ciò che è accaduto sotto il fungo atomico 70 anni fa," — ha detto il sindaco Tomihisa Taue oggi in occasione della cerimonia commemorativa per le vittime del bombardamento atomico di Nagasaki.

    Precedentemente il 6 agosto le celebrazioni si erano svolte ad Hiroshima, in relazione al 70° anniversario del bombardamento atomico della città, vittima del primo attacco nucleare della storia da parte degli USA.

    Gli americani hanno detto che questo attacco era legato per la fine della guerra e per evitare un'offensiva giapponese;

    tuttavia nell'agosto 1945 la resa del Giappone appariva scontata. Nessuno si è mai assunto la responsabilità dell'attacco nucleare contro le città giapponesi.

    A Nagasaki persero la vita 74mila persone. Come riportato dalla stampa giapponese, tra di loro c'erano 12mila cristiani giapponesi, così come i prigionieri di guerra cinesi e coreani. Sono rimasti distrutti ospedali, scuole, università e la più grande cattedrale dell'Asia.

    Nei bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki, in cui hanno perso la vita 214mila persone, sono state usate armi nucleari per la prima volta nella storia dell'umanità.

    Tags:
    Politica Internazionale, armi nucleari, Bombardamenti su Hiroshima e Nagasaki, ONU, Shinzo Abe, Giappone
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik