03:54 23 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 6°C
    Mistral

    La Russia potrebbe ottenere le Mistral a prezzo vantaggioso grazie alla Cina

    © AFP 2017/ JEAN-SEBASTIEN EVRARD
    Mondo
    URL abbreviato
    31652211

    Dopo lo smantellamento delle attrezzature russe, la Francia dovrà offrire uno sconto considerevole per vendere le portaelicotteri ad una terza parte, ritiene Jacques Martinez, editorialista della rivista francese “Boulevard Voltaire”. Non esclude che il nuovo acquirente possa rivendere le "Mistral" a Mosca ad un prezzo migliore.

    Il governo francese sarà costretto a rivendere le portaelicotteri "Mistral" ad prezzo ridotto dopo la rottura del contratto con Mosca, scrive il giornalista Jacques Martinez in un articolo per la rivista francese "Boulevard Voltaire".

    Martinez sottolinea che, contrariamente alle dichiarazioni del ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drian a riguardo dei "numerosi contendenti" per l'acquisto delle "Mistral", non c'è stato nessun affollamento nei pressi del molo dove stazionano le navi. Secondo il giornalista, è comprensibile.

    "Vale la pena chiedersi come poter vendere navi su cui bisogna cambiare tutte le scritte conformemente alla lingua del nuovo cliente e su cui serve riempire i grandi vuoti lasciati dalla rimozione delle attrezzature russe," — sottolinea Martinez.

    Secondo l'editorialista, sarà impossibile venderle senza un sostanziale sconto.

    Il giornalista ipotizza inoltre che il nuovo acquirente delle "Mistral" possa rivenderle a Mosca. Ha ricordato che tra i candidati per l'acquisto delle "Mistral" ci sono il Canada, l'India, Singapore e la Cina.

    "Se l'acquirente sarà il Canada, membro della NATO, sicuramente terrà per sè le "Mistral", — ritiene Martinez — Ma se il nuovo compratore sarà la Cina, che nel 2001 insieme con la Russia ha creato l'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione (SCO) per contrastare l'influenza degli USA in Asia, può rivendere ad un prezzo conveniente le navi a Mosca."

    Secondo il giornalista, potrebbe accadere che la Russia ottenga le "Mistral" ad un prezzo inferiore rispetto a quello originariamente previsto nel contratto stipulato con la Francia.

    A meno che la Russia stessa non costruisca navi simili, ha aggiunto Martinez.

    I presidenti di Russia e Francia Vladimir Putin e Francois Hollande hanno deciso mercoledì scorso di rescindere il contratto per la costruzione e la consegna delle due portaelicotteri "Mistral".

    Tags:
    François Hollande, Difesa, Sicurezza, Mistral, Jean-Yves Le Drian, Vladimir Putin, Russia, Cina, Francia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik