16:06 28 Aprile 2017
    Migranti

    “I migranti e profughi vogliono l'Inghilterra”

    © AP Photo/
    Mondo
    URL abbreviato
    0 65911

    La politologa, sociologa e paladina dei diritti dei migranti in Francia Catherine Wihtol de Wenden ha parlato con l'edizione francese di Sputnik.

    "Penso che il governo francese si trovi in una posizione molto difficile. Da un lato siamo in contrasto con il Regno Unito sulla questione della frontiera di Calais in direzione dell'Inghilterra".

    Secondo le informazioni provenienti dalle organizzazioni non governative, solo 80 migranti al giorno possono passare.

    Ai migranti è difficile spiegare perché devono rimanere in Francia nonostante vogliano l'Inghilterra, dove vivono i loro parenti. L'unica possibilità è quella di ammorbidire la Convenzione di Dublino.

    Se un migrante ha legami e contatti con l'Inghilterra, il suo caso deve essere studiato in Inghilterra! La maggior parte degli immigrati è anglofona. Mi sembra assurdo il tentativo di tenerli in Francia ad ogni costo. Così distruggiamo solo le loro speranze di integrazione e non diamo la possibilità di cercare lavoro. Stiamo diventando per loro un ostacolo nella pianificazione per il futuro i risultati possono essere solo deplorevoli.

    L'unico modo per uscire da questa situazione è permettere alla gente di sfruttare i propri legami familiari, che li hanno indotti all'immigrazione, piuttosto che trattenerli nel Paese in cui si fermano temporaneamente. Siamo al confine dell'Europa, qui i migranti vengono con l'intenzione di attraversare il Canale della Manica. Vogliono andare in Inghilterra, dove molte comunità anglofone del Medio Oriente già vivono: afghani, pachistani, iracheni, sudanesi, etc. Abbiamo pochi legami con la gente di questi Paesi.

    È necessario un nuovo accordo tra la Francia e la Gran Bretagna su questo tema!  

    Tags:
    migranti, Politica, Immigrazione, Società, Gran Bretagna, Francia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik