09:46 29 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

L'uomo, che in un primo momento aveva mentito sulle ragioni che lo portarono a sparare ed uccidere un afroamericano di 43 anni. Il procuratore di Cincinnati: è senza dubbio un omicidio.

Raymon Tensing, 25 anni, agente di polizia in servizio al campus universitario di Cincinnati, è stato accusato di omicidio e rischia l'ergastolo. A renderlo noto è stato in queste ore l'ufficio del Procuratore della città, Joe Deters che parlando alla stampa non ha mostrato dubbi, dopo aver visionato la registrazione della videocamera indossata dall'agente al momento dei fatti.

Tensing, che in un primo momento aveva riferito di aver dovuto aprire il fuoco a causa delle resistenze del fermato che, a bordo della sua auto, lo avrebbe trascinato per diversi metri, è stato infatti smentito dalle immagini registrate.

La polizia USA uccide più spesso gli afroamericani
© Sputnik .
La polizia USA uccide più spesso gli afroamericani

Il poliziotto, lungi dall'essere minimamente ostacolato nello svolgimento della sua attività, ha infatti aperto il fuoco deliberatamente su Samuel Dubose, afroamericano di 43 anni.

Il video, mostrato mercoledì scorso dalle autorità, mostra Dubose accendere l'auto dopo la richiesta del poliziotto di indossare la cintura ad un controllo. Tensing a quel punto si avvicina alla portiera infilando la pistola nell'auto e sparando a morte su Dubose.

"Era completamente non necessario — ha dichiarato il procuratore Deters — degli oltre 100 casi che hanno coinvolto un agente di cui mi sono occupato, questo è il primo che mi ha fatto dire: è senza ombra di dubbio un omicidio".

Correlati:

Baltimora: incriminati i sei agenti coinvolti nell’omicidio Gray
Tags:
Omicidio, Cincinnati, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik