23:36 23 Settembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 8°C
    Estrazione petrolio

    Petrolio, Opec: No a taglio volumi estrazioni petrolifere

    © flickr.com/ Dana Schagunn
    Mondo
    URL abbreviato
    0 71010

    Il segretario generale Abdalla Salem El-Badr ha confermato il livello di 30 milioni di barili al giorno

    L'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec) non ha intenzione di tagliare la produzione di petrolio all'interno dell'Opec, conservando il livello attuale di 30 milioni di barili al giorno. Lo ha ribadito il segretario generale Abdalla Salem El-Badri dopo la riunione con la Russia.

    Nel corso dell'incontro, il ministro dell'Energia russo Alexander Novak ha spiegato che la domanda mondiale di petrolio nel 2015 potrebbe crescere di 1,2-1,3 milioni di barili al giorno, mentre entro il 2020 la domanda dovrebbe crescere tra il 7 e l'11%.

    "Crediamo che il petrolio nel suo complesso rimanga una delle principali risorse energetiche, anche se il ritmo di crescita dei consumi sarà più lento di quello dell'economia mondiale nel suo insieme. Secondo le nostre valutazioni la domanda di petrolio passerà dal 7 all'11% entro il 2020 e tra il 15 e il 20% entro il 2040", ha concluso Novak.    

    I prezzi del greggio a livello mondiale si sono quasi dimezzati rispetto all'estate 2014, passando da 100 a 45 dollari al barile per il Brent nella seconda metà del 2014, a causa di un eccesso di offerta.

    A novembre, l'Opec ha deciso di mantenere i livelli di produzione del petrolio e ciò ha provocato un ulteriore calo dei prezzi del petrolio, mentre nel 2015 i prezzi del Brent hanno raggiunto un picco di 69 dollari al barile all'inizio di maggio prima di scendere al di sotto di 55 dollari nel mese di luglio. Secondo l'Agenzia internazionale per l'Energia, i prezzi del petrolio a livello mondiale dovrebbero scendere ulteriormente nel 2016 in risposta alla diminuzione della domanda.

    AGV

    Correlati:

    Petrolio e gas, l'Iran diventerà il partner commerciale della Russia
    Tags:
    AGV, Petrolio, Brent, Agenzia internazionale per l'Energia, OPEC, Ministero dell'Energia, Abdalla Salem el-Badri, Alexander Novak, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik