04:49 23 Giugno 2018
Petr Poroshenko in visita a base della Guardia Nazionale

Poroshenko chiede all'Occidente più di mille missili anticarro Javelin “per giustizia”

© Sputnik . Mikhail Markiv
Mondo
URL abbreviato
6127

Come compensazione della rinuncia all'arsenale nucleare sovietico da parte di Kiev in base al memorandum di Budapest del 1994, firmato da USA, Gb e Russia, il presidente ucraino Petr Poroshenko chiede oltre mille missili anticarro USA di terza generazione "Javelin". Secondo il capo di Stato ucraino, la consegna di queste armi è una "cosa giusta".

Petr Poroshenko ritiene che la consegna all'Ucraina di oltre mille sistemi missilistici americani anticarro "Javelin" sia "cosa giusta", in quanto proprio della stessa quantità di nucleari Kiev era stata costretta a rinunciare in base al memorandum di Budapest del 1994, firmato dagli Stati Uniti, Gran Bretagna e Russia. Riporta le parole del presidente dell'Ucraina il Wall Street Journal.

"Javelin" è un sistema missilistico anticarro trasportabile di fabbricazione americana di terza generazione, progettato per la distruzione di diversi veicoli blindati e di velivoli a bassa quota. Lo scorso aprile l'ambasciatore americano in Russia John Tefft aveva riferito che gli Stati Uniti non avevano ancora intenzione di consegnare all'Ucraina i sistemi "Javelin". Si era invece espresso a favore delle forniture di questo tipo di armi il senatore USA John McCain.

Secondo Poroshenko, "l'Ucraina ha ceduto volontariamente il suo arsenale nucleare" in cambio della garanzia degli Stati Uniti e del Regno Unito di assicurare "la sovranità e l'integrità territoriale nazionale".

"Ci aspettiamo solo 1.240 missili "Javelin", è una cosa assolutamente giusta", — ha concluso Poroshenko.

Tags:
Petro Poroshenko, Armi, Difesa, Occidente, Sicurezza, esercito ucraino, John Tefft, John McCain, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik