20:16 25 Febbraio 2018
Roma0°C
Mosca-15°C
    Dmitry Medvedev e il primo ministro della Slovenia Miroslav Cerar

    Il premier sloveno si pronuncia contro le sanzioni

    © Sputnik. Ekaterina Shtukina
    Mondo
    URL abbreviato
    1183

    Il primo ministro della Slovenia Miroslav Cerar ha dichiarato che il suo paese vuole che venga interrotta la politica delle sanzioni che oggi caratterizza le relazioni tra l’UE e la Russia.

    Intervenendo nella conferenza stampa a conclusione del colloquio con il primo ministro della Russia Dmitry Medvedev, Cerar ha sottolineato:

    "La Slovenia ha, ed avrà anche in futuro, una posizione politica molto netta che finora ha sostenuto in qualità di paese membro dell'Unione Europea sul problema delle sanzioni nei confronti della Russia. Le misure che sono state adottate, auspicano a livello dei ministeri degli Esteri — e lo auspico anch'io personalmente — il dialogo sulla questione ucraina e l'uso possibilmente più ampio dei metodi politici al fine di attenuare il conflitto armato e tutto quello che conduce alla violenza".

    "Certo, la Slovenia resterà su queste posizioni e seguiamo la situazione con molta attenzione. Se ci sarà un miglioramento, ne saremo felici, in quanto ciò porterà alla revoca delle sazioni", — ha dichiarato Cerar, rilevando che il dialogo con Dmitry Medvedev si è sviluppato in un clima di grande franchezza. Il premier sloveno ha anche promesso di portare la sua posizione a conoscenza degli altri paesi dell'Unione Europea.    

    Correlati:

    “Via le sanzioni UE contro Mosca, la Crimea è russa e vive in pace”
    Guerra di sanzioni tra Russia e UE, allevatori francesi rivelano i loro danni economici
    Finlandia, produttori agricoli in ginocchio per sanzioni russe chiedono aiuti al governo
    Tags:
    Sanzioni, Miroslav Cerar, Slovenia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik