08:16 09 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Pravy Sektor ("Settore Destro"), organizzazione estremista nazifascista ucraina bandita in Russia, ritorna su "posizioni rivoluzionarie ortodosse". Lo ha affermato il vice responsabile del movimento per le attività politiche Andriy Tarasenko sulla sua pagina su Facebook.

Secondo lui, la scommessa di "Pravy Sektor" sul "miglioramento evolutivo nel Paese" non è stata di successo. Per questo motivo l'organizzazione si rifiuta di riconoscere la legittimità del sistema attuale, non vuole essere un suo elemento e non ha intenzione di partecipare alle elezioni locali, ha dichiarato Tarasenko.

"Siamo nazionalisti, non ci servono posizioni marginali, vogliamo tutto," — ha scritto.

In precedenza il leader di "Pravy Sektor" Dmitry Yarosh aveva riferito che il movimento non aveva intenzione di partecipare alle elezioni locali in Ucraina ed avrebbe promosso un referendum per sfiduciare le autorità.

Secondo le ricerche dei sociologi, in caso di partecipazione alle elezioni locali gli estremisti di "Pravy Sektor" non riuscirebbero a superare la soglia di sbarramento del 5%: solo il 3% degli ucraini sarebbe disposto a votare il movimento ultranazionalista.

Tags:
Neonazisti, Politica, Settore destro, Dmitry Yarosh
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook