23:25 21 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 11°C
    I ricercatori russi al lavoro sul sistema Shield

    "Scudo" l'antivirus russo ora protegge le acque del Brasile

    © Sputnik. MIFI
    Mondo
    URL abbreviato
    11535242

    L'ultimo progetto realizzato dal centro nazionale di indagine nucleare dell'istituto di Ingegneria e Fisica di Mosca, MIFI, per difendere i portali aziendali dagli attacchi hacket, denominato "Scudo" sbarca in Brasile.

    La prima azienda a farne richiesta è stata la Sanepar, compagnia statale brasiliana per la distribuzione e il filtraggio delle acque dello stato di Parana.Il sistema "Scudo", fedele al suo nome, ha come punto di forza un approccio complesso alla difesa dei sistemi automatici dagli attacchi hacker, sia sulla strumentazione automatica, sia a livello dei dispositivi finali e delle linee di collegamento. La difesa delle informazioni viene garantita mediante il controllo del processo tecnologico.

    Dopo la diffusione del virus Stuxnet sul complesso nucleare iraniano, è tornata d'attualità la necessità di introdurre un sistema di difesa informatica ancora più efficace. Da questo momento la difesa informativa di obiettivi strategicamente importanti è divenuta di primaria importanza per le compagnie e gli stati.

    Il sistema antivirus Scudo
    © Sputnik. MIFI
    Il sistema antivirus "Scudo"

    Dalla Russia andranno in Brasile gli specialisti del MIFI, che nell'arco di un mese effettueranno prima un controllo dettagliato dei sistemi automatizzati dell'impresa, per adattare il funzionamento dello "Scudo" alle richieste dell'azienda, dato che l'installazione e la messa in funzione del sistema avvengono in loco e a seconda delle singole esigenze.

    Lo "Scudo" viene forgiato quindi su richiesta della compagnia che lo ordina e in caso di necessità si integra ai sistemi già presenti. Inoltre agli specialisti della compagnia viene insegnato come utilizzarlo. Pertanto il nuovo sistema di sicurezza russo non ha limiti di impiego e può essere utilizzato per la difesa informatica di obiettivi sensibili quali sistemi di trasporto, di trasmissione dei dati bancari e ancora in ambito energitico ed ingegneristico.

    In Russia lo "Scudo" viene promosso secondo la strategia White Label sotto il brand InfoWatch del laboratorio Kasperskiy. La produzione dello Scudo verrà avviata anche in Russia e se ne farà carico la società nazionale per l'energia atomica RosAtom. Dimitriy Mikhailov, direttore del centro di ricerche MIFI sottolinea con soddisfazione il traguardo raggiunto: 

    Dal punto di vista strategico questo è un grande risultato: il nostro lavoro è parte dell'export tecnologico e mostra le possibilità del legame tra l'università russa, l'industria russa e la promozione sul mercato mondiale delle nostre eccellenze.

     

    Correlati:

    Brasile: sul problema delle sanzioni siamo solidali con la Russia
    Il Brasile non riconosce legittime le sanzioni contro la Russia
    Tags:
    Scienza e Tecnica, Ricerca, Brasile, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik