Widgets Magazine
15:50 23 Settembre 2019
Alexander Novak, ministro dell'Energia della Federazione Russa.Trattative a Vienna sul programma nucleare dell'Iran

Via le sanzioni all'Iran, ora Russia e Arabia si accordano sul prezzo dell'oro nero

© Sputnik . Vladimir Astapkovich © AFP 2019 / JOE KLAMAR
1 / 2
Mondo
URL abbreviato
0 41
Seguici su

Il ministero dell'Energia russo e l'OPEC discuteranno le nuove tecnologie per l'estrazione del petrolio e i sistemi di monitoraggio della tassazione nei paesi produttori di petrolio, ha comunicato il ministro dell'Energia russo Alexander Novak.

Il ministero dell'Energia russo e l'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC) discuteranno i prezzi del petrolio a livello mondiale dopo l'eliminazione delle sanzioni contro Iran il 30 Luglio, come spiegato alla stampa dal ministro dell'Energia russo Alexander Novak.

Martedì scorso Teheran e il gruppo 5+1, inclusa la Russia, hanno annunciato l'accordo finale sul programma nucleare iraniano. L'accordo limiterà il programma nucleare dell'Iran in cambio della rimozione delle sanzioni occidentali mirate all'economia iraniana, inclusa l'esportazione dell'petrolio iraniano.

"Il problema principale, discusso ad ogni fase del negoziato, è la situazione sul mercato del petrolio una volta che verranno eliminate le sanzioni all'Iran, con particolare riferimento al volume di produzione, alla realizzazione e all'estrazione. La prossima volta vorremmo discutere un'altro problema: la situazione globale della raffinazione del petrolio",

ha aggiunto Novak, che poi ha sottolineato come Russia ed Arabia Saudita condividano una posizione comune sul futuro dei prezzi del petrolio e sulla sconvenienza dei volumi di estrazione artificiosamente abbassati.

"Prima di tutto abbiamo una posizione comune sul fatto che non è necessario abbassare artificiosamente l'estrazione. Il mercato reagisce autonomamente", ha detto Novak aggiungendo che entrambi i Paesi sono d'accordo anche sulla previsione dei prezzi futuri del petrolio.

La discussione si svolgerà sullo sfondo dell'attuale sovrapproduzione dell'olio nero sul mercato globale, che contribuisce a diminuire i prezzi del petrolio. L'OPEC ha rifiutato di tagliare i suoi livelli di produzione in novembre 2014, approfondendo ulteriormente il crollo dei prezzi.

L'incontro precedente tra Novak e il Segretario Generale dell'OPEC Abdalla Salem el-Badri ha avuto luogo in settembre 2014 nel quartiere generale dell'organizzazione a Vienna.

Correlati:

Obama e Putin intendono rimanere in stretto contatto per il nucleare dell'Iran
L'intesa con l'Iran avrà un impatto positivo sull’economia della Russia
UE: sanzioni all’Iran saranno revocate
Iran: raggiunta l’intesa sul nucleare
Tags:
Nucleare, Sanzioni, Accordo nucleare, accordo, Il gruppo 5+1, OPEC, Abdalla Salem el-Badri, Alexander Novak, Arabia Saudita, Iran, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik