06:12 23 Ottobre 2017
Roma+ 14°C
Mosca0°C
    Le manifestazioni di appoggio al ex-presidente Morsi a Cairo

    Scontri al Cairo: almeno 6 morti

    © Sputnik. Андрей Стенин
    Mondo
    URL abbreviato
    0 9303

    Gli incidenti nel giorno della fine del Ramadan. Alcuni manifestanti pro Morsi e la polizia della capitale egiziana entrano in contatto: almeno 6 morti.

    Con la fine del ramadan si riaccendono i focolai di protesta in Egitto contro le sentenze di condanna emesse nei confronti dell'ex presidente Morsi. Di questa mattina la notizia degli scontri avvenuti al Cairo tra manifestanti filo-islamisti e le forze dell'ordine della capitale. Pesantissimo il bilancio, che fa registrare secondo fonti ufficiali del Ministero della Sanità egiziano almeno 6 morti.

    La dinamica dei fatti, così come riportata dai media egiziani, ha visto gruppi di manifestanti dei Fratelli Musulmani, decimati in questi anni dalla repressione governativa seguita alla destituzione dell'allora presidente Mohamed Morsi, hanno cominciato alcuni cortei di protesta per le condanne a lui comminate al termine della preghiera del mattino che segnava oggi la fine del Ramadan.

    La polizia, intervenuta per placare i disordini, ha arrestato diverse persone per aggressione e detenzione illegale di armi, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Mena. Gli scontri sarebbero avvenuti nel quartiere Talbiya dove i manifestanti avrebbero attaccato un posto di polizia delle forze di sicurezza egiziane.

    E mentre la tensione è salita dopo le condanne all'ex presidente Morsi e ad altri 99 componenti della Fratellanza Musulmana, l'ISIS torna a minacciare la penisola del Sinai. Di ieri la notizia del lancio di missili contro una nave militare egiziana, subito rivendicato dal califfato. Conferme dello scontro anche da parte delle forze armate egiziane che in un comunicato hanno dichiarato di avere scambiato ieri colpi di arma da fuoco con "elementi terroristi" nel mar Mediterraneo nei pressi della Striscia di Gaza. 

    Correlati:

    L'Isis minaccia i Balcani
    L’Occidente combatte l’Isis o fa finta?
    Ecco perché l’Occidente perde contro l’Isis
    L'Isis issa la bandiera nera nella città di Sirte
    Tags:
    Terrorismo, disordine, Ramadan, scontro, Condanna a morte, condanna, Fratelli Musulmani, Ministero della Sanità, Mohamed Morsi, Cairo, Egitto
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik