14:04 21 Ottobre 2017
Roma+ 20°C
Mosca+ 3°C
    Colonna esercito ucraino nel Donbass

    “Il blocco di Kiev nel Donbass è un crimine di guerra”

    © AFP 2017/ SERGEY POLEZHAKA
    Mondo
    URL abbreviato
    368873

    Il blocco condotto dalle autorità di Kiev nelle autoproclamate Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk può essere classificato come un crimine di guerra, ritiene il giornalista finlandese Jon Hellevig.

    Jon Hellevig è uno dei giornalisti i cui articoli sono stati pubblicati nella raccolta "Honest Donbass" ("Donbass onesto"). La presentazione del volume si è svolta a Mosca nella giornata di ieri nella sede dell'agenzia russa di stampa internazionale "Rossiya Segodnya". Il libro contiene materiali scritti da giornalisti provenienti da Stati Uniti, Canada, Germania, Bulgaria, Spagna, Serbia, Finlandia, Slovenia, Brasile, Svizzera e Italia: tutti sono stati in tempi diversi nel territorio dove l'Ucraina conduce l'operazione militare.

    "L'aggressione contro il Donbass avviene non solo con mezzi militari, ma anche tramite il terribile blocco economico. Di fatto sono bloccate le transazioni economiche tra il Donbass e il resto dell'Ucraina. Inoltre non possono arrivare da Kiev né medicine nè cibo. Non fanno passare nemmeno la gente. Le procedure per oltrepassare il confine sono molto difficili e riuscirci è quasi impossibile," — ha dichiarato Hellevig alla presentazione del volume "Honest Donbass".

    Jon Hellevig ha aggiunto che Kiev si rifiuta di pagare le pensioni e i sussidi ai cittadini del Donbass, "cosa in palese contrasto con gli accordi di Minsk."

    Tags:
    Accordi di Minsk, Diritti Umani, Società, Crimini di guerra, esercito ucraino, Repubblica Popolare di Lugansk, Repubblica popolare di Donetsk, Donbass
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik