21:19 21 Ottobre 2017
Roma+ 18°C
Mosca+ 0°C
    Viktor Orbán

    L'Ungheria ha iniziato a costruire il muro “anti-immigrati” al confine con la Serbia

    © flickr.com/ European People's Party
    Mondo
    URL abbreviato
    1363102

    A partire da questa mattina il governo ungherese ha dato il via ai lavori per la costruzione di una recinzione al confine con la Serbia.

    Secondo Associated Press, i lavori di costruzione, che sono eseguiti dai militari ungheresi, sono iniziati alla periferia della città meridionale di Mórahalom.

    Il ministro degli Esteri ungherese Péter Szijjártó ha fatto sapere che una recinzione alta 4 metri sarà costruita in 8-10 aree "più esposte alla pressione dei migranti".

    Il giornale di Bratislava "Pravda" ha scritto che la lunghezza del muro sarà di 175 chilometri.

    Inoltre da domenica l'Ungheria ha rafforzato i controlli di sicurezza al confine con l'Ucraina a seguito dei disordini avvenuti a Mukachevo.

    Il 6 luglio scorso il Parlamento ungherese aveva approvato la costruzione di un muro al confine con la Serbia. Inoltre il disegno di legge prevede norme più rigide per poter chiedere asilo, escabotage che permetterà alle autorità di ospitare forzatamente i migranti nei centri di accoglienza, di ridurre i tempi per la presentazione della richiesta di asilo e di limitare la possibilità di fare appello. Il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha evidenziato che il Paese ha affrontato la più grande ondata migratoria della sua storia e la sue strutture di accoglienza sono sature al 130%.

    Tags:
    profughi, Immigrazione, Confine, governo, Viktor Orban, Serbia, Ungheria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik