16:01 21 Ottobre 2017
Roma+ 22°C
Mosca+ 3°C
    Militanti del movimento neonazista ucraino Pravy Sektor

    Estremisti di Pravy Sektor sul piede di guerra contro Kiev: disordini in Transcarpazia

    © AFP 2017/ SERGEI SUPINSKY
    Mondo
    URL abbreviato
    83159119

    A Mukachevo, città della Transcarpazia, i militanti di "Pravy Sektor" si sono scontrati con la polizia e le imprese locali. In una sparatoria, secondo varie ricostruzioni, sono rimaste uccise una o 2 persone, mentre 9 sono stati i feriti. Le forze di sicurezza hanno riferito che 3 degli assalitori sono stati uccisi, mentre 5 sono rimasti feriti.

    Il leader dell'organizzazione ultranazionalista ucraina "Pravy Sektor" Dmitry Yarosh ha esortato i militanti del movimento a continuare la mobilitazione fino all'arresto dei responsabili della tragedia nei Carpazi e alle dimissioni del ministro dell'Interno Arsen Avakov.

    Mukachevo, città della Transcarpazia in Ucraina occidentale, è diventata uno dei "punti caldi" nel Paese nella giornata di ieri dopo che i militanti di "Pravy Sektor" hanno avuto degli scontri con la polizia e le imprese locali. A seguito di una sparatoria, secondo varie ricostruzioni, sono rimaste uccise una o due persone, mentre nove sono stati i feriti.

    In seguito i rappresentanti delle forze dell'ordine ucraine hanno riferito che tre degli aggressori sono stati uccisi, mentre e altri cinque sono rimasti feriti, inoltre hanno riportato traumi di varia entità altre dieci persone, tra cui quattro agenti della polizia antisommossa, uno della polizia criminale e cinque civili. Sono state distrutte due auto della polizia. Il responsabile di "Pravy Sektor" nella regione della Transcarpazia Alexander Sachko ha confermato il coinvolgimento del movimento nei disordini di Mukachevo ed ha detto che la polizia ha aperto il fuoco sui militanti senza preavviso.

    "I nostri camerati hanno agito per autodifesa," — ha scritto sulla sua pagina Facebook il leader dell'estrema destra ucraina Yarosh.

    "Tuttavia esortiamo a promuovere la mobilitazione politica a tempo indeterminato fino all'arresto dei responsabili della tragedia, secondo Pravy Sektor, come Mikhail Lano (deputato del Parlamento ucraino) e Viktor Medvedchuk (inviato speciale di Kiev nei negoziati sul Donbass), e fino alle dimissioni di tutto il comando delle forze di sicurezza della regione Transcarpazia e del ministro degli Interni Arsen Avakov," — ha aggiunto.

    Nel frattempo "Pravy Sektor" denuncia che presso la sede a Kiev del movimento si sono accumulate diverse pattuglie di polizia. Lo riporta il quotidiano ucraino "Novosti", riferendosi al vice capo dell'organizzazione Andriy Tarasenko. Inoltre il battaglione paramilitare "Azov" ha fatto sapere di essere pronto a contribuire per risolvere il conflitto a Mukachevo.

    Tags:
    Neonazismo, Violenza, sparatoria, scontri, governo, Settore destro, Polizia, Arsen Avakov, Dmitry Yarosh
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik