18:16 01 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
0 311
Seguici su

Il senatore USA Rogers ha esortato a schierare il sistema di difesa anti-missile nello spazio per prevenire la minaccia cinese contro i satelliti americani. Lo ha affermato mercoledì a Washington. Gli analisti russi ritengono che si tratti di pura propaganda e di pressioni sulla Cina.

La Cina e la Russia sono in grado di abbattere i satelliti degli Stati Uniti, pertanto la Casa Bianca deve risolvere la questione della dislocazione della difesa missilistica nello spazio. Lo ha dichiarato ieri Michael Rogers, membro della commissione sulle armi della Camera dei Rappresentanti del Congresso USA. Ha esortato a prepararsi a "guerre stellari" sullo sfondo della creazione da parte del Pentagono entro la fine dell'anno di un centro speciale per assicurarsi il dominio nello spazio nei conflitti con la Cina.

La Cina ha testato un'arma nello spazio, che ha distrutto un proprio satellite, ha ricordato il deputato, pertanto può abbattere anche un satellite americano. Serve disporre un sistema di difesa anti-missile nello spazio per scongiurare la minaccia cinese. Gli esperti non hanno nulla da ridire, ma sono profondamente scettici su queste affermazioni. Soprattutto sull'invito a creare un sistema di difesa missilistica nello spazio.

Partendo dal presupposto che gli Stati Uniti abbiano 100 satelliti militari, avranno bisogno di almeno altri 100 satelliti con elementi adatti a difendersi dagli attacchi cinesi. Si tratta di un raddoppio del gruppo spaziale. Parallelamente serve creare un sistema per rilevare il lancio di missili cinesi. Possono essere di varie forme e strutture, contro ciascuno dei quali serve utilizzare una protezione diversa. L'esperto militare Vladimir Yevseyev dice:

"La decisione di creare un intero sistema di difesa missilistico non può essere presa perché è troppo costosa. Quello che dice il senatore statunitense sembra più una sciocchezza. Penso che i politici americani prima di fare dichiarazioni debbano capire la natura del problema. Poi, forse, avranno altre idee per contrastare la cosiddetta minaccia cinese."

Ipoteticamente possono portare armi nello spazio la Russia e la Cina ed altri Paesi. Gli Stati Uniti non hanno il diritto esclusivo. Allo stesso tempo il gruppo spaziale statunitense è più vulnerabile in quanto è il più grande.

Inoltre ogni decisione sull'invio di armi statunitensi nello spazio potrebbe spingere la Russia e la Cina alla creazione di un vero e proprio sistema antisatellitare. Al momento è in fase di sviluppo, ma né la Russia né la Cina hanno intenzione di disporre questi sistemi. Inoltre invitano gli Stati Uniti a rinunciare a questa idea. Mosca e Pechino stanno cercando di accordarsi su un codice di condotta nello spazio, in modo che nessuno porti armi nello spazio. A Washington ne sono consapevoli, ma si rifiutano di negoziare con Mosca e Pechino. Gli Stati Uniti, a quanto pare hanno scelto un'altra via: la militarizzazione dello spazio e la preparazione alle "guerre stellari".

Se il meccanismo delle "guerre stellari" sarà lanciato, accordarsi sarà difficile se non troppo tardi. Mentre sul codice di condotta nello spazio si può negoziare.  

Tags:
Armi, Tecnologia, Difesa, Difesa antimissile, Sicurezza, Geopolitica, Pentagono, Michael Rogers, Cina, USA, Russia, Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook