Widgets Magazine
19:37 18 Settembre 2019
Primo ministro greco Alexis Tsipras

Tsipras a Strasburgo: Evitare frattura storica in Europa

© AFP 2019 / ANGELOS TZORTZINIS
Mondo
URL abbreviato
0 41
Seguici su

Il premier ellenico al parlamento europeo: Grecia laboratorio di austerità, ma esperimento fallito. Europa sia unita, vogliamo accordo su vere priorità del popolo greco. Non vogliamo gravare su contribuente europeo.

È da poco terminato l'attesissimo intervento di Alexis Tsipras al parlamento europeo. Il premier ellenico, dopo il nulla di fatto di ieri, era chiamato questa mattina a dare un segnale forte con il suo appello a Strasburgo. La Grecia ha pagato politiche sbagliate e le ricette adesso vanno cambiate. E vanno cambiate nell'interesse della stessa Europa. Questo il concetto attorno a cui ha ruotato l'intervento di Tsipras, durato in tutto una quindicina di minuti.

"La scelta coraggiosa del popolo greco — ha detto Tsipras a proposito delle consultazioni di domenica scorsa in Grecia — in condizioni di pressioni senza precedenti con le banche chiuse, con i mezzi di informazione che facevano terrorismo sul NO, non è una scelta di rottura con l'Europa, ma la scelta di tornare ai valori che stanno alla base dell'unificazione europea: solidarietà, rispetto reciproco e uguaglianza".

Non arretra dunque Tsipras, nella definizione del contesto in cui si sono svolte le ultime convulse settimane di trattative e nella difesa del popolo greco, definito come una cavia per esperimenti di austerity negli ultimi 5 anni.

"Rispetto l'impegno ed il tentativo di molti popoli di rimettersi in piedi — ha detto il premier greco — In molti paesi europei sono stati applicati programmi di austerità ma da nessuna parte questi programmi sono stati cosi duri e di una durata cosi lunga come in Grecia".

Le misure adottate con il memorandum dai precedenti governi greci, questo il parere di Tsipras che si è assunto le responsabilità per questi 5 mesi, sono "la vera causa del vicolo cieco in cui si trova oggi l'economia greca ed in generale l'Europa".

Le misure adottate dai governi che hanno lo preceduto, questo il pensiero espresso da Tsipras nel corso dell'intervento, non hanno in alcun modo inciso in termini di redistribuzione ed equità fiscale, andando a colpire duramente le classi meno abbienti.

A tal proposito Tsipras ha confermato la volontà di portare avanti la trattativa, ma con il caveat dell'esclusione di misure che colpiscano ancora più duramente le classi meno abbienti.

"Rivendichiamo un accordo che ci porti definitivamente fuori dalla crisi — ha fatto appello il leader di Syriza — che faccia capire che alla fine del tunnel c'è la luce. Un accordo che preveda riforme affidabili, che preveda una giusta distribuzione dei pesi, facendoli gravare anche su chi li può sollevare e che negli ultimi 5 anni sono stati protetti dai governi precedenti al mio".

Infine l'appello alle radici dell'Europa, la cui storia è costellata di "convergenze e divergenze, di conflitti e compromessi. Siamo chiamati in questo momento ad un compromesso positivo — ha ammonito Tsipras — che eviti una frattura storica in Europa". 

Correlati:

La Grecia ha fatto alcuni miglioramenti nella sua proposta ai creditori
Angela Merkel minaccia la Grecia: senza spirito di squadra e riforme niente aiuti
Grecia. Mozione di Sel e Forza Italia. Renzi riferisca alla Camera
Il disastro Grecia interessa tutto Occidente: capitalismo in agonia
Analisi sulla Grecia, quali saranno gli scenari geopolitici futuri
Tags:
Referendum in Grecia, Crisi in Grecia, Grexit, Alexis Tsipras, Europa, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik