21:27 23 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Sputnik

    Censura russofoba in Polonia, c'è dell'ottimismo: “il buon senso vincerà”

    © Sputnik. Alexey Filippov
    Mondo
    URL abbreviato
    0 61071

    C'è il rischio di un'interruzione delle trasmissioni dell'edizione polacca di Sputnik in Polonia sulle onde di Radio Hobby? Questo è il commento del fondatore di “Radio Hobby" Paweł Kubalski.

    — I controlli precedenti non hanno rivelato alcuna violazione della legge sulla radiodiffusione e televisione. Collaboriamo con voi ormai per il 5° anno e questo non aveva disturbato nessuno finora. Credo che questa vicenda sia legata alle prossime elezioni. Noi, come stazione radio non riceviamo alcun segnale negativo. Niente messaggi del tipo "Ma come, permettete ai russi di andare in onda!" Al contrario riceviamo molte lettere in nostro sostegno, viviamo in una democrazia ed è il momento di essere in grado di ascoltare i vari punti di vista. In questo si basa la democrazia. Quindi sono molto sorpreso da quanto è accaduto. 

    Ascolto io stesso il contenuto dei programmi trasmessi, non ci sono dichiarazioni anti-polacche o anti-cattoliche tali da suscitare la reazione di un cittadino comune conservatore e cattolico. Al contrario si parla molto della cooperazione culturale tra la Polonia e la Russia, questo è molto bello.

    In Polonia c'è la potente associazione televisiva "Polsat" (Polsat). Ha la sua piattaforma digitale che ospita una varietà di canali, in particolare, "Russia Today". 24 ore su 24 trasmette in tv e non disturba nessuno che Polsat digitale, che è di proprietà della stazione TV Polsat, la più grande stazione televisiva nel Paese, offra nel suo pacchetto satellitare Russia Today. E' un organo così potente che nessuno vuole avere niente a che fare con esso. Noi siamo una piccola stazione radio indipendente locale, che collabora con "Sputnik", è più facile crearci problemi, perché non abbiamo abbastanza soldi per assumere avvocati di prim'ordine.  

    Due speaker di radio Hobby
    © Foto: Radio Hobby - Facebook
    Due speaker di radio Hobby

    — Voglio credere che la democrazia vincerà. La Polonia è un Paese normale e credo che la ragione darà una forte opposizione. C'è un po' di preoccupazione, ma manca il panico. Indipendentemente dal fatto da chi sia al potere in Polonia e dalle persone che vogliono agire a modo loro, restano ancora sviluppati meccanismi democratici che ci permetteranno di difenderci in base alla legge. Naturalmente, questo sarà un test di democrazia e libertà dei mezzi di comunicazione. Più sapranno del nostro caso in Europa, tanto più facile sarà dimostrare che non facciamo del male a nessuno, ma siamo una semplice radio che trasmette una visione alternativa dei fatti. 

    Correlati:

    Censura contro Russia avanza in Polonia: chiesta chiusura radio che trasmette Sputnik
    Tags:
    Giornalismo, Russofobia, Censura, Società, Sputnik, mass media, Paweł Kubalski, Polonia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik