11:47 20 Agosto 2017
Roma+ 25°C
Mosca+ 23°C
    L’evoluzione di Maria Giulia Sergio, 'Fatima Az Zahra', 28 anni

    Fatima, la jihadista italiana: Giusto decapitare gli infedeli

    © Foto: Ansa
    Mondo
    URL abbreviato
    252414

    La donna italiana, oggi in Siria per unirsi alla jihad, raggiunta via Skype dal Corriere della Sera: Lo Stato Islamico è perfetto.

    Fatima, così ha deciso di farsi chiamare Maria Giulia Sergio da quando ha raggiunto la Siria per unirsi alla Stato Islamico, attualmente ricercata per terrorismo internazionale, raggiunta via Skype dal Corriere della Sera, racconta la sua esperienze nel califfato. Parole e concetti devastanti, che mostrano il totale asservimento psicologico alla causa jihadista.

    "Noi quando decapitiamo, dico noi perché anch'io faccio parte dello Stato Islamico, quando facciamo un'azione del genere, stiamo obbedendo alla sharia".

    Questo è solo uno dei passaggi dell'intervista, su cui la stessa cronista del quotidiano italiano non esita ad esprimersi con estrema durezza: "la follia — commenta la giornalista Marta Serafini — si respira in ogni su sillaba".

    La giovane, che è venuta a conoscenza degli arresti per favoreggiamento del terrorismo internazionale si cui sono accusati i suoi familiari, commenta la notizia bollandola come "un buco nell'acqua". I messaggi scambiati con i suoi congiunti, afferma seraficamente la giovane donna, non erano di incitamento ala jihad, ma "di come i miei genitori avrebbero potuto fare una buona vita qui nello Stato Islamico".

    Parole imbevute di dottrina fondamentalista, che raggiunge il culmine quando arriva a giustificare le macabre esecuzioni dei tagliagole dell'ISIS.

    "Questi che vengono decapitati sono ladri, sono ipocriti, agiscono come spie nello Stato islamico. E riportano le informazioni ai miscredenti per poi attaccarci".

    E ancora, in un crescendo di orgoglio difficilmente distinguibile dal fanatismo: "Lo Stato islamico, sappi, è uno Stato perfetto. Qui non facciamo nulla che vada contro i diritti umani. Cosa che invece fanno coloro che non seguono la legge di Allah. Allah — riesce a dire prima che cada la linea —  comanda che al ladro venga tagliata la mano. Perché questo sia un esempio per tutti. Così nessuno più si permetterà di venire qua a rubare".

    Correlati:

    I jihadisti scandinavi di ISIS perderanno la cittadinanza europea
    Il Belgio si ritira dalla coalizione internazionale contro ISIS
    Egitto, ISIS contro checkpoint nel Sinai: 30 soldati uccisi
    Guerra all'Isis: il contributo della Russia sarebbe determinante
    Tags:
    jihadista, jihad, Stato Islamico, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik