07:17 15 Dicembre 2018
Esplosione a una moschea

Nigeria, ancora terrore: oltre 40 vittime

© AFP 2018 / A MAJEED
Mondo
URL abbreviato
0 0 0

Altri due attentati insanguinano la Nigeria. Due bombe contro un ristorante e una moschea fanno oltre quaranta morti. Non c'è ancora rivendicazione ma si ritiene sia opera di Boko Haram.

Ancora sangue in Nigeria dove ieri due distinte esplosioni hanno tolto la vita ad almeno 40 persone nella città di Jos, capitale dello Stato federale di Plateau, in una regione dove vive una maggioranza cristiana.

Il primo dei due attentati si è verificato in un ristorante della città, secondo media locali frequentato da musulmani. In una seconda forte esplosione invece sono rimasti vittime i fedeli di una moschea, nel corso di un discorso tenuto dall'imam che, secondo testimoni, stava paradossalmente parlando in quel momento di coesistenza tra le diverse religioni. I due attentati non sono stati rivendicati anche se si teme la mano di Boko Haram, a maggior ragione perché l'imam della moschea Yantaya di Jos, presa di mira dai terroristi, già in passato si era espresso contro il gruppo jihadista nigeriano.

La tensione in Nigeria fino ad oggi ha fatto registrare gravissimi episodi di violenza da parte di Boko Haram nel nord del Paese, con un'escalation che dopo l'elezione del presidente Buhari ha fatto registrare un'impennata di attentati.

Ieri invece gli attacchi hanno raggiunto una città, Jos, che dopo i durissimi anni 2000, caratterizzati dai forti scontri tra maggioranza cristiana e minoranza musulmana, sembrava uscita dall'occhio del ciclone della crisi sociale e umanitaria della Nigeria. 

Correlati:

Nigeria sotto attacco Boko Haram: raffica di attentati
Boko Haram, l'esercito nigeriano libera 700 donne
Testimone fuggita da Boko Haram: “Le ragazze rapite un anno fa sono vive”
Tags:
Moschea, Vittime, atto terroristico, terrorismo, Esplosione, Boko Haram, Nigeria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik