11:51 22 Ottobre 2017
Roma+ 18°C
Mosca-2°C
    Bombardamenti coalizione anti-ISIS a Kobani, Siria

    Il Belgio si ritira dalla coalizione internazionale contro ISIS

    © AP Photo/ Vadim Ghirda
    Mondo
    URL abbreviato
    0 98726

    Il 2 luglio il Belgio ha annunciato il ritorno in patria dei suoi 6 caccia “F-16”, che si erano uniti alla coalizione guidata dagli Stati Uniti contro ISIS, riporta RT Arabic.

    La televisione belga ha mostrato un servizio sul ritorno in patria dei caccia dell'Aviazione nazionale che si trovavano negli ultimi 9 mesi nella base militare di Al-Azraq, in Giordania, per prender parte ai raid contro l'ISIS.

    Il mese scorso il ministro degli Esteri belga Didier Reynders aveva dichiarato che il Paese aveva intenzione di rinunciare alla presenza nella coalizione internazionale contro ISIS per motivi legati al bilancio del ministero della Difesa, che era stato approvato dal governo di Charles Michel.

    A giugno il ministero della Difesa belga aveva annunciato che i caccia avevano preso parte a 726 raid, volando complessivamente per 3.210 ore. Le fonti nel ministero della Difesa del Paese si sono ripetutamente rifiutate di commentare in dettaglio i risultati di queste missioni, definendole semplicemente "di successo".

    Inoltre le autorità del Belgio hanno dichiarato la possibile ripresa delle attività nella coalizione con la condizione di un'alternanza bilanciata con gli aerei militari dell'Olanda e degli altri membri della coalizione.

    Tags:
    Terrorismo, Sicurezza, Aviazione, Il Ministero della Difesa, Ministero degli Esteri, ISIS, governo, Didier Reynders, Belgio
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik