Widgets Magazine
18:10 20 Settembre 2019
Magliette con Vladimir Putin

In Lettonia vendite a gonfie vele per le magliette con Vladimir Putin

© Sputnik . Vladimir Astapkovich
Mondo
URL abbreviato
2322
Seguici su

In Lettonia i nazionalisti hanno lanciato una campagna contro una piccola azienda che produce magliette con i ritratti di Vladimir Putin.

La piccola azienda riscuote un enorme successo. Gli ordini sono iniziati ad arrivare dalla Gran Bretagna, Francia ed altri Paesi dell'Unione Europea, così come dagli Stati Uniti e dal Canada. I nazionalisti lettoni vogliono chiudere questo business di successo, ma non riescono a trovare una motivazione giuridica.

Le foto sulle t-shirt sono pacifiche e scritte in diverse lingue, affinchè risultino comprensibili per gli stranieri. Ma quella più popolare è ancora in russo: "Un soldato non fa mai male ad un bambino." In questo progetto Natalia Rusinova è l'autrice e la venditrice.

Maglietta di Putin Fate l'amore non fate la guerra
© Foto : superputin.lv
Maglietta di Putin "Fate l'amore non fate la guerra"

Prima di inventarsi il business di queste particolari T-shirt, si occupava di vendite di immobili ai russi a Jurmala. Il nuovo business non è solo denaro, ma è anche una posizione civile.

"Vladimir Putin è un personaggio popolare, l'immagine per eccellenza della Russia. Credo che sia il modello della Russia oggi più vendibile. In tutto il mondo, anche in Lettonia. Le magliette sono di attualità, pertinenti ed esprimono i sentimenti dei miei concittadini che sento,"- ha detto Natalia Rusinova al canale televisivo" Rossiya-1".

In una settimana sono venuti a conoscenza del progetto "Super-Putin" persino in Australia, dove tra l'altro è in calo la popolarità del premier Abbott, che aveva promesso di rivolgersi a muso duro contro Putin. Una T-shirt con il presidente russo è stata ordinata anche dal compositore lettone Imants Kalnins, le cui canzoni ed opere-rock sono popolari in tutti i Paesi post-sovietici.

"Per me è un esempio di leader, penso a volte che anche in Lettonia arrivi una guida del suo calibro, lo sogno," — ha detto il compositore.

Vladimir Putin sulle ale di Sputnik
Vladimir Putin sulle ale di Sputnik

Fino a poco tempo fa Kalnins si rifiutava di parlare russo, simpatizzando per posizioni di destra. Per diversi anni è stato deputato del partito Unità Nazionale. In seguito il compositore è rimasto deluso dai programmi, così come dall'attuale politica delle autorità lettoni. Adesso è favorevole all'unità nazionale tra lettoni e russofoni, è contrario allo status dei "non cittadini" (così sono considerati in Lettonia i russi etnici) ed è favorevole persino all'uscita del Paese dalla NATO e dalla UE.

"Ora la Lettonia non può gestire la sua spesa pubblica senza il via libera di Bruxelles, non si può parlare della Lettonia come di uno Stato sovrano," — ha aggiunto Imants Kalnins.

Ma questo punto di vista, anche se espresso da un rappresentante di primo piano della società, difficilmente può penetrare nei media locali. Giocano sul mito della minaccia da Oriente, fomentando vecchie paure. Ma non tutti sono spaventati, a giudicare dal fatto che le magliette con l'immagine del presidente Putin sono vendute con successo in Lettonia.

Correlati:

Facebook, dopo l'arcobaleno arriva la foto profilo con i colori della bandiera russa
OCSE, Italia maglia nera su occupazione giovanile
Facebook blocca i post degli utenti ucraini a favore della guerra
Tags:
Moda, Politica, Società, Economia, Vladimir Putin, Lettonia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik