Widgets Magazine
21:06 16 Ottobre 2019
Un turista ucciso sulla spiaggia di Sousse

Tunisia, il killer addestrato in Libia con il commando del Bardo

© REUTERS / Amine Ben Aziza
Mondo
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Secondo le autorità di Tunisi il gruppo di terroristi avrebbe ricevuto a Sabratha, nelle mani dei jihadisti, le istruzioni per gli attentati.

Ci sarebbe una regia unica dietro i due attentati al Bardo e al resort di Sousse e porterebbe in Libia. Queste le prime risultanze delle indagini delle autorità tunisine a 4 giorni dalla strage del resort di Sousse, dove 38 persone hanno perso la vita per mano di Seifeddine Rezgui, ucciso durante l'attentato.

L'uomo sarebbe entrato in Libia a gennaio, per affrontare un addestramento in un campo jihadista a Sabratha, lo stesso frequentato nello stesso periodo da due dei componenti del gruppo di fuoco che lo scorso 18 marzo ha ucciso 24 persone nella strage del museo del Bardo. La città libica sotto il controllo del califfato è usata dai terroristi presenti in Libia come quartier generale delle operazioni.

A confermare la notizia della contemporanea presenza dei terroristi in Libia è stato il ministro degli Interni di Tunisi, Rafik Chelli, che ha riferito la circostanza all'agenzia AP.

"Ha attraversato la frontiera segretamente. Non è possibile confermare che i tre si conoscessero o siano stati addestrati insieme — ha precisato il ministro — ma a Sabratha c'è un solo campo dove vengono formati i giovani tunisini".

Correlati:

Tunisia, primi arresti per la strage di Sousse
Bardo. Touil in Italia il giorno della strage
Le grandi città del mondo hanno ricordato la strage di Odessa
Charleston, arrestato sospetto autore strage in chiesa afroamericana
Tags:
Vittime, morte, Terrorismo, atto terroristico, strage, Libia, Tunisia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik