Widgets Magazine
06:19 23 Agosto 2019
Facebook

Facebook, dopo l'arcobaleno arriva la foto profilo con i colori della bandiera russa

© flickr.com/ Spencer E Holtaway
Mondo
URL abbreviato
Riccardo Pessarossi
10401

Su Facebook negli ultimi giorni sarà capitato anche voi di vedere i profili di amici tinti dei colori dell'arcobaleno, in appoggio alla causa del riconoscimento di uguali diritti alla minoranze LGBT. Quella che è diventata una moda passeggera, in realtà potrebbe essere uno strumento sfruttato per "schedare" gli utenti del popolare social network.

Il 27 giugno scorso, all'indomani della decisione della Corte Suprema degli USA, che ha legalizzato le Unioni fra persone dello stesso sesso ed in concomitanza con la giornata mondiale dell'orgoglio gay, si è diffusa su Facebook la mania a colorare con l'arcobaleno la propria foto profilo.

Non solo singoli, ma anche le pagine di molte aziende si sono tinte dei colori dell'iride unendo all'impegno sociale l'altrettanto redditizia causa del marketing.-Grazie a un clic e ad un'applicazione creata appositamente da Facebook, chiunque (nel mondo sono stati 26 milioni) ha potuto dimostrare il proprio supporto alla causa dell' orgoglio LGBT, pitturandosi di arcobaleno.

Se è difficile sapere quanti abbiano ripetuto il gesto anche nella vita reale, a qualche giorno dalla campagna emerge un dato altrettanto intangibile. Quella che a prima vista è sembrata un'iniziativa carina, che "fa fine e non impegna" nel supportare la causa dell'orgoglio gay ha di sicuro creato battibecchi fra gruppi di amici con opinioni e foto profili diversi ed è diventata un non troppo involontario strumento di schedatura delle opinioni di massa, utile a capire quanto, quanto rapidamente e con quale efficacia è possibile pentrare il mondo online con un idea, oppure un prodotto.

  • Il fondatore di facebook, Mark Zukerberg
    Il fondatore di facebook, Mark Zukerberg
  • La foto del profilo Facebook di Matteo Renzi
    La foto del profilo Facebook di Matteo Renzi
  • La foto del profilo Facebook di Matteo Renzi con i colori della bandiera italiana
    La foto del profilo Facebook di Matteo Renzi con i colori della bandiera italiana
    © Foto :
1 / 3
Il fondatore di facebook, Mark Zukerberg

Del resto, è recente la notizia che l'algoritmo di Facebook è stato via via evoluto per fotografare gusti, profili e opinioni degli utenti per creare un prodotto affine alle loro preferenze, ovvero per far si che le notizie proposte e gli status della propria bacheca fossero il più possibili affine alle proprie preferenze, come spiega  Scott Richard, linguista ed ex membro dei servizi d'intelligence USA:

Negli ultimi anni i social network sono diventati molto meno liberi. Quando ci furono le proteste in Egitto, Facebook e Twitter avevano un funzionamento più lineare, c'erano meno censura e controlli. In seguito sono stati creati nuovi algoritmi, che hanno reso meno libera la diffusione delle informazioni nei social network, specialmente prima di certi eventi come le elezioni. Oggi diffondere il proprio punto di vista è molto più difficle che qualche anno fa. Del resto, già nel secolo scorso gli studi di Samuel Untermeyer ed Edward Berneys avevano spiegato l'importanza del controllo dell'informazione per tenere sotto controllo le coscienze. Prima era la stampa, poi i giornali e la tv, ora i social network, che vengono controllati per mezzo di meccanismi che schedano l'utente, i pensieri dei suoi status, le fotografie, le pagine che egli condivide. 

In pratica, più amici l'utente tipo vede con la foto profilo di colore arcobaleno, più lo stesso utente tipo via via sarà più propenso a colorare di arcobaleno anche il proprio profilo, oppure biasimare chi non l'ha fatto. C'è un però. Al di là degli algoritmi la natura umana resta imprevedibile e libera di esprimere il proprio parere, così ecco che un programmatore russo ha pensato bene di creare una stessa applicazione per modificare la propria foto profilo con i colori bianco rosso e blu della bandiera russa.

L'autore di questa idea è stato Oleg Chulagov, che per primo ha dipinto di bianco, rosso e blu il proprio avatar su Facebook. L'idea è poi stata ripresa da Rishat Shigapov ed ha preso piede abbastanza rapidamente, come spiega quest'ultimo:

"L'ho visto sulla sua pagina, poi ho fatto una decina di modelli, per me, per mia moglie. Poi per tutti quelli che me lo hanno chiesto l'ho fatto a mano con photoshop, perchè sono a favore dei valori tradizionali."

Ora c'è un sito, grazie al quale chiunque può colorare coi colori della Russia o della bandiera di altri 83 paesi del mondo il proprio avatar. Come dicono gli autori "non perchè siamo contro qualcuno, ma perchè è un servizio carino per dimostrare quanto si è orgogliosi del proprio paese.

Il designer Oleg Chulakov, che ha ideato il sito per colorare la propria foto profilo come la bandiera del proprio paese
© Sputnik .
Il designer Oleg Chulakov, che ha ideato il sito per colorare la propria foto profilo come la bandiera del proprio paese

A voi, cari lettori, ricordiamo che qualunque sia la vostra foto profilo su Facebook, da oggi è attiva sul nostro sito la funzione per lasciare un commento agli articoli. Buona lettura!

 

 

Correlati:

I dieci motivi per cui le donne russe non hanno rivali in amore (e non solo)
10 cose che conviene sapere sulla Federazione Russa
Tags:
Facebook, Famiglia, Social Network, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik