04:48 19 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Nella notte raggiunta un'intesa sui primi 40mila profughi arrivati in Italia e Grecia da redistribuire in Europa. Renzi: primo passo verso politica dell'immigrazione europea.

A conclusione di una riunione fiume, terminata solo alle 3 di questa notte, l'Europa ha raggiunto un accordo, definito in verità dal presidente della Commissione UE Juncker "modesto", sulla redistribuzione di 40mila profughi arrivati in Italia e Grecia dal 15 aprile scorso negli altri paesi membri. Soddisfazione del premier italiano Matteo Renzi che all'uscita dalla sede del meeting a Bruxelles ha sottolineato l'importanza del documento, sul cui testo finale si è lavorato fino all'ultimo per omettere il termine "obbligatorio" ma, cosa di non poco conto viste le posizioni intransigenti registrate prima del vertice, anche l'aggettivo "volontario".

"Se questa è la vostra idea d'Europa tenetevela. O c'è solidarietà o non fateci perdere tempo. Se volete la redistribuzione su base volontaria potete cancellare. Faremo da soli".

Questa una parte dell'intervento di Matteo Renzi, protagonista insieme ad altri di momenti molto tesi, così come riferito da fonti interne all'aula, tanto da spingere ad una sospensione nel corso della quale il premier britannico David Cameron ha illustrato la road map che porterà il Regno Unito al referendum sulla permanenza in UE. Alla ripresa, e dopo difficili mediazioni con Repubblica Ceca e Slovacchia, decise per il no all'obbligatorietà delle quote di distribuzione, c'è stato il compromesso su cui è stato chiesto parere al servizio legali del Consiglio per potere procedere all'approvazione.

Il compromesso raggiunto prevede la distribuzione di 40mila profughi nei paesi UE in due anni, con esclusione di Bulgaria e Ungheria, alle prese con le migrazioni dalla Turchia. Oltre ai 40mila gli Stati membri accoglieranno poi, su base volontaria, altri 20mila richiedenti asilo provenienti da campi profughi di paesi terzi.

Per l'operatività delle decisioni si attende ora la riunione dei ministri dell'Interno UE del prossimo 8 luglio, con la partenza del programma prevista per la fine dello stesso mese. 

Correlati:

Migranti, il compromesso europeo sulle quote
Migranti, UE approva inizio missione contro i trafficanti
Migranti. Spari su gommone, un morto e un ferito
Tags:
Accordo, Migranti, profughi, Jean-Claude Juncker, Matteo Renzi, Turchia, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook