09:58 18 Dicembre 2017
Roma+ 4°C
Mosca+ 0°C
    Jihadisti in Italia

    Tensione Siria-Turchia dopo attacco a Kobane

    © flickr.com/ Zoriah
    Mondo
    URL abbreviato
    0 30

    Damasco ha accusato senza mezzi termini questa mattina di aver fatto transitare jihadisti che hanno preparato l'attacco autobomba a Kobane di oggi. Secca smentita di Ankara: terroristi provenivano da territorio siriano.

    La controffensiva dello Stato Islamico, tornato in queste ore a cingere d'assedio la città di Kobane al confine turco-siriano, surriscalda l'asse Damasco-Ankara fino alle accuse mosse questa mattina dalla Siria, che ha accusato apertamente la Turchia di avere fatto passare i jihadisti responsabili dell'autobomba che ha sorpreso Kobane alle prime ore di questa notte. Accuse replicate dai portavoce dei gruppi di resistenza curda YPG, che si sono detti certi del decisivo aiuto turco.

    Ankara ha smentito categoricamente, fornendo dettagli forniti dall'intelligence turca sugli spostamenti dei miliziani del califfato.

    "Gli elementi in nostro possesso dimostrano che i membri dell'organizzazione si sono infiltrati a Kobane dalla città siriana di Jarabulus — fanno sapere dall'ufficio del governatore della provincia di Sanliurfa, nel sud della Turchia — Abbiamo la prova concreta che nessuno e' entrato dal territorio turco".

    Recentemente il quotidiano di opposizione turco Cumhuriyet aveva pubblicato materiale fotografico e video che ritraevano forze speciali turche "accompagnare" al confine miliziani appartenenti a gruppi jihadisti. Il direttore del giornale, accusato di spionaggio, rischia ora due ergastoli per il materiale diffuso tramite il quotidiano. 

    Correlati:

    Kobane nuovamente nelle mani dell'ISIS
    Orrore ISIS, nuove esecuzioni in video
    Ecco come ti sconfiggo l'ISIS
    Israele si esercita in attacchi radioattivi contro l’Isis
    Tags:
    miliziani, terrorismo, attacco, ISIS, Turchia, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik