Widgets Magazine
12:21 22 Settembre 2019
Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Ashton Carter

USA preparano la guerra e rafforzano il fronte orientale della Nato

© AP Photo / Manish Swarup
Mondo
URL abbreviato
0 131
Seguici su

Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Ashton Carter, si trova in visita ufficiale in Europa, dove per una settimana tenterà di rassicurare gli alleati della Nato dell’est Europa sui timori di un attacco militare proveniente dalla Russia.

Non certo attraverso una mediazione diplomatica che arrechi un più favorevole clima di pace e distensione nei rapporti fra i Paesi dell'ex Patto di Varsavia, bensì rompendo gli indugi e sfidando apertamente Mosca.  

Le esercitazioni della NATO  Wind Spring 15
© AFP 2019 / DANIEL MIHAILESCU
Le esercitazioni della NATO "Wind Spring 15"

Carter ha annunciato infatti che Washington schiererà in sei paesi orientali della Nato, inclusa l'Estonia — un paese di appena 1,3 milioni di abitanti — 250 carri armati, pezzi d'artiglieria e veicoli corazzati Bradley. Per rafforzare la Nato sul suo fianco orientale, gli Stati Uniti hanno inoltre deciso di potenziare il proprio sistema di difesa missilistico sia in Polonia che in Romania.

Carter nasconde a stento i suoi dubbi riguardo la reale determinazione politica della Nato, e punta l'indice contro i legami energetici che ancora intercorrono tra l'Europa e la Russia. "E' piuttosto ovvio che in caso di necessità, la Nato non interverrebbe in tempo. E' necessario quindi, secondo il segretario Usa, accelerare i processi decisionali", superando il sistema collegiale a cui è vincolata l'Alleanza militare e favorendo un dialogo, opportunamente più celere ed efficace, fra l'establishment militare statunitense e l'Alleanza Atlantica.

Le dichiarazioni del responsabile delle forze armate degli Sati Uniti giungono, tra l'altro, nel pieno disinteresse dell'opinione pubblica europea. Infatti, secondo un sondaggio del Centro di ricerca statunitense Pew, pubblicato il 10 giugno scorso, la maggioranza dei cittadini di alcuni tra i Paesi fondatori dell'Unione Europea, Germania, Francia e Italia, è contraria a un eventuale intervento armato contro la Russia a difesa dei membri più giovani della Nato, ovvero i Paesi dell'Europa orientale, fra i quali l'Estonia.

Ieri, nell'ambito di un'escalation verbale che assume toni sempre più preoccupanti per un'Europa a due velocità, non più solo economica, il ministro della Difesa estone ha dichiarato di avere "ragione di credere che la Russia consideri la regione del Baltico come una delle aree più vulnerabili della Nato, un luogo dove la sua determinazione possa essere messa alla prova." Appare incredibile come i funzionari statunitensi siano sempre più pronti ad assecondare i timori di guerra che non le mediazioni politiche tipiche della Vecchia Europa.

Intanto, il Parlamento romeno ha approvato la costruzione di due nuovi basi Nato sul territorio romeno.

 

Correlati:

La Nato chiede più soldi per la spesa militare
Le esercitazioni NATO sono una provocazione
Tags:
Armi, Visita, NATO, Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Ashton Carter, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik